Ultim'ora

ROCCAMONFINA – Comune, Progetto per Rocca a Montefusco: due anni pieni di fallimenti

ROCCAMONFINA ( di Antonio Migliozzi ) – Dopo un lungo silenzio, il gruppo di minoranza consiliare “Progetto per Rocca” composto dai consiglieri Vittorio Santantonio e Italo Di Biasio hanno fatto affiggere un manifesto dal titolo “Montefusco & Co. Hanno fallito!!!”, criticando questi due anni di legislatura.
“Dopo due anni di amministrazione, il tandem Feole – Montefusco ha portato Roccamonfina al capolinea, delineando il percorso della Primavera Roccana. L’annuncio del cambiamento ed il proclama ‘Noi contro tutti’ si è rivelato il grande bluff. Dopo aver, più volte, cercato sponde e millantate intese; dopo aver negato la presenza di debiti ‘fuori bilancio’ ed aver approvato con parere contrario dei Revisore dei Conti, il bilancio 2017; dopo aver indetto gare che, puntualmente, sono state annullate; dopo aver dato incarichi agli amici degli amici, sperperando denaro pubblico ed inimicandosi tutti i sodalizi esistenti nel Comune; dopo aver perso i finanziamenti per un depuratore tanto atteso; dopo aver smembrato la Protezione Civile, la Pro loco e non aver sistemato le strade cittadine; dopo avere ancora imposto tariffe comunali le più alte possibili; dopo l’assenza di qualsiasi programmazione di rilancio economico e di sviluppo sociale e dopo non aver trovato persone per bene in grado di investire a Roccamonfina e creare importanti opportunità di lavoro; dopo aver consentito che si illudesse la cittadinanza con promesse di lavoro a scopi propagandistici o sottopagato a tempo limitato; dopo la nomina a rappresentativo per Roccamonfina di un consigliere di minoranza che l’80% dei cittadini non vuole come proprio rappresentante; dopo che da due anni l’unico problema vero è l’attacco alla Fondazione ‘Nicola Amore per Roccamonfina’ onlus, determinando una spesa legale di € 12.000,00 a carico dei cittadini roccani e permettendo di mettere occhi e mani su questa a personaggi di Comuni limitrofi già coinvolti nell’inchiesta sull’Ambito CO3; dopo essersi prostrata al partito ‘dominante’, rivelando il suo inesistente potenziale politico; dopo aver generato odio e veleni, immaginando che l’antagonista ( quello reale ) politico, fosse il nemico personale. Oggi segna la propria sconfitta personale. E’ diventato, adesso, del tutto evidente che Roccamonfina è allo sbando, che gli amministratori avviano solo guerre personali ed alleanze politiche per tornaconti soggettivi e, a fronte di un lavoro di programmazione avviato, si improvvisano soluzioni ‘fai da te’, come, ad esempio, la risposta al caos del traffico mal gestito di Piazza Nicola Amore che si risolve con il parcheggio a pagamento tanto osteggiato e considerato lo scoglio della passata Amministrazione. I problemi reali dei cittadini, oggi, si risolvono con la politica dell’affare, le regole valgono soltanto per tutti quelli che non cliccano ‘mi piace’!!!. E questo ‘paese di nessuno’ è diventato terreno di caccia per prezzolati professionisti esterni!!! La politica non è azione virtuale, ma vita concreta, presenza nelle sedi opportune e confronto, dialogo e saggia accettazione della critica.
A tutto ciò diciamo a voce alta: NO!!!”

 

 

 

Guarda anche

TORA E PICCILLI – Comunali, D’Agostino “straccia” Fabiano ed è sindaco

TORA E PICCILLI – Vincenzo D’Agostino è il nuovo sindaco di Tora e Piccilli, piccolissima …