Ultim'ora

TORA E PICCILLI – CHIESA CHIUSA DA DUE ANNI, FORTE L’INDIGNAZIONE POPOLARE

TORA E PICCILLI (di Scria) – La chiesa di San Simeone di Tora è chiusa da quasi tre anni. Intanto la situazione è sfuggita al controllo del parroco, don Pietro Lepre. La chiesa è abbandonata a se stessa: le finestre sono rotte e spalancate, così la struttura è in balia dei piccioni, unici “fedeli” che vi hanno accesso, ma che purtroppo lasciano pure i loro escrementi nel luogo sacro e non più di culto. La chiusura per i lavori di rifacimento è avvenuta due anni e mezzo fa, la concessione per i lavori scade a luglio. Nel frattempo sono stati fatti scempi come quello di un organo del 1700 smontato e abbandonato nell’immondizia. La qual cosa ha mobilitato l’intervento della Sovraintendenza ai beni culturali che ha bloccato i lavori della chiesa, in attesa di chiarimenti. Il luogo di culto non è sotto sequestro penale, ma è sotto vincolo della Sovraintendenza. La chiesa certamente riceverà una multa, ma i fedeli nessuno li ascolta. Ora si attende da parte della Sovraintendenza l’autorizzazione per la continuazione dei lavori, autorizzazione che tarda ad arrivare. Il sindaco Natascia Valentino e don Pietro, non prendono iniziative. Tutto è nell’indifferenza delle istituzioni locali, mentre l’indignazione dei cittadini cresce, e fa, a loro dire, rimpiangere l’ex sindaco Angelo De Simone.

Guarda anche

MONDRAGONE – Municipio, la storia di Christian: costretto a denunciare la burocrazia ostile e il disservizio

MONDRAGONE – Oggi Christian Acciardi è stato costretto a recarsi presso la stazione dei carabinieri …