Ultim'ora

ALVIGNANO – Comunali, inaugurato il Laboratorio di idee per Alvignano: ecco i fondatori

ALVIGNANO – Ieri è stata inaugurata la sede dell’associazione “Laboratorio di idee per Alvignano”.  Ottima affluenza di cittadini all’appuntamento. Ecco i fondatori del sodalizio: Stefania Altieri, Giovanni Capozzo, Anna Rita Costantino, De Marco Antonietta, Lucio Di Lillo, Marco Di Lillo, Anna Di Martino, Franco Di Rienzo, Antimo Ferrara, Maria Teresa Florio, Daniele Ianniello, Marisa Insero, Geppino La Vecchia, Paolo Mone, Alberto Pacelli, Nicola Pedone, Ponticorvo Giuseppe, Alfonso Ruzzo, Simeone Antonio, Gaetano Simone, Visca Mirella, Mark Zullo.
“Abbiamo assistito al caos procurato, in questi ultimi tempi, il cui unico fine è stato quello di diffondere modelli di comportamento atti a mantenere livelli di coscienza individuali e collettivi ad uno stadio basso di consapevolezza, libertà di giudizio e con la presenza costante di spirito di sopraffazione. Abbiamo assistito alla morte della “ partecipazione” che si è trasformata in “ disinteresse” , senza la possibilità di reagire e la dignità di pensare, tanto da degradare i cittadini a “folla”. Abbiamo assistito allo svincolarsi dal programma presentato per ottenere il consenso della cittadinanza. È tempo di ripensare la partecipazione, aprendo un varco al possibile alternarsi di una democrazia  creativa, consapevole, solidale, passando da una “visione” quantitativa di essa ad una qualitativa, ad un progetto di provata onestà, generosità, espressione di cittadini partecipativi ritornati degni di questo nome.
Persone disposte a confrontarsi costantemente riguardo alla propria eticità e a praticare l’integrazione impegnandosi ad un programma ispirato a valori di solidarietà, consapevolezza, equità nella gestione della cosa pubblica e di difesa dell’armonia dell’ambiente.  Fondamentale dovrà essere la pratica della democrazia come ascolto costante della voce dei cittadini,  protagonisti di questo cammino sulla via dell’evoluzione, alla continua ricerca dei valori di solidarietà, rinuncia dell’egoismo, consapevoli dell’importanza e della bontà della partecipazione attiva per la realizzazione della vera democrazia. Poiché la misura dell’eccellenza è “ L’AZIONE ”, il punto di partenza sarà proprio la creazione di un “ PROGRAMMA DI AZIONE “ la cui gestione sia affidata alla volontà popolare priva di spirito di prevaricazione, belligeranza, avidità, egoismo”. Questa l’idea dalla quale i promotori del gruppo traggono forza.

Guarda anche

ALVIGNANO – Pellegrinaggio della Madonna e polemiche, le associazioni e i gruppi: noi con i parroci

ALVIGNANO – Noi aderenti ai gruppi e alle associazioni in calce riportati, certi di essere …