Ultim'ora

Roccamonfina – Fondazione Nicola Amore e le “follie dell’imperatore”, Petrillo: ora parlo io (il video)

ROCCAMONFINA (di Gianni Del Monte) – La fondazione Nicola Amore finisce nella bufera. Tutta “colpa” di Letizia Tari che, nella sua precedente amministrazione, aveva nominato, come previsto dal regolamento, il Consiglio di Amministrazione della stessa fondazione. Quel CdA scadrà il prossimo 2019. Troppo tempo. Il “nuovo che avanza” sembra non poter aspettare tanto. Quella fondazione “ribelle”, non “allineata” deve essere “domata”. Sembra essere questo un chiodo fisso dei “cucciolotti” di Roccamonfina che, finalmente, sono usciti allo scoperto fissando per il prossimo giovedì un consiglio comunale nel quale, probabilmente, azzereranno il CdA per poi nominarne uno “amico”.  Uno “allineato”. Funzionava così nella vecchia politica, funziona così anche con il nuovo che avanza. Anche perché, spesso, in generale,  i fili dei “nuovi” sono sapientemente manipolati da vecchi volponi della politica. Anche perché, ai nuovi, in genere, manca la “capacità operativa”, quindi devono, in molti casi, appoggiarsi a chi “sa fare”. E basta guardare in alcuni comuni dove il nuovo, arrivato per cambiare il mondo, si ritrova, invece, a recitare il ruolo di mero figurante. A volte anche in costume d’epoca.
La fondazione Nicola Amore – che, è bene ricordarlo, aiuta le famiglie bisognose e solleva il comune da numerosi costi – negli ultimi tempi è stato sotto attacco attraverso lo zio del vice sindaco. Franco Di Pippo (appunto, zio del vice sindaco Mario Di Pippo) nominato dall’amministrazione comunale,  componente del CdA della Fondazione “Nicola Amore per Roccamonfina”, appena dopo l’insediamento del “nuovo” in municipio.  E’ apparso subito come un autentico cavallo di Troia. Ha saputo fare una cosa sopra ogni altra: chiedere dei fondi per se stesso. Per meglio chiarire: ha realizzato una nuova associazione, con lo stesso nome della fondazione Nicola Amore , ne è diventato vice presidente ed ha chiesto soldi alla fondazione guidata da Petrillo come sostegno per il suo nuovo sodalizio.  Mica male, come idea !!! Tutto nell’interesse del popolo? E  dei bisognosi?
Il  presidente della fondazione, Emma Petrillo ha voluto evidenziare:  “Innanzitutto vorrei chiedere come mai un componente del CdA della Fondazione, quale Franco Di Pippo, qualche anno fa si dimise dallo stesso CdA in quanto non compatibile con la mia persona, circa un anno si è voluto far nominare dal Sindaco nuovamente all’interno dello stesso Consiglio di Amministrazione quando la presidenza è ancora retta da me”, ha dichiarato Emma Petrillo. “Il suo atteggiamento all’interno del CdA sembra quasi di ostruzione, contestando il nostro operato più all’esterno che all’interno della Fondazione. Inoltre, circa un mese fa, è stata costituita un’associazione che porta il nome di Nicola Amore, di cui il consigliere Franco Di Pippo ricopre l’incarico di vice presidente, ed appena una settimana fa da questa sua associazione ci è pervenuta una richiesta per un contributo economico, alla quale non siamo contrari ma dobbiamo capire a quali scopi serve questo contributo”.
Intanto, nei giorni scorsi, il Consigliere di Amministrazione della Fondazione “Nicola Amore per Roccamonfina” Onlus ha dichiarato per l’ennesima volta che i contributi che la stessa Fondazione elargisce all’attuale Amministrazione Comunale sono inferiore a quelli elargiti alla precedente amministrazione comunale. “Tutti possono constatare nel nostro bilancio che questa accusa è priva di fondamenti, perché noi stiamo continuando a collaborare con l’Amministrazione comunale di turno alla stessa maniera in base alle esigenze del caso. Anche per quanto riguarda l’elenco dei poveri, che noi contribuiamo anche con i pacchi alimentari, è quello che ci è stato fornito dall’Ufficio comunale per le Politiche Sociali. Il nostro bilancio è sottoposto agli organi competenti della Regione Campania, e non abbiamo mai ricevuto un richiamo”.
Intanto, così come avviene nelle aule giudiziarie, è stata convocato il nuovo consiglio comunale nella serata di giovedì 10 novembre alle ore 18.30 per discutere su un solo argomento: “Fondazione Nicola Amore di Roccamonfina. Provvedimenti”.

Ecco l’intervista a Emma Petrillo

Guarda anche

Teano / Caianello – Incidente in autostrada: tre feriti. Grave un camionista (guarda il video)

Teano / Caianello – Lo scontro è avvenuto ieri pomeriggio al chilometro 703 in direzione …