Ultim'ora

ALVIGNANO – Bilancio comunale e regolarità dei conti, “schiaffo” della Corte dei Conti al presidente della Provincia

ALVIGNANO – Bilancio comunale e regolarità dei conti in municipio, “schiaffo” della Corte dei Conti al presidente della Provincia. Un documento dell’organo di controllo regionale – relativo al 2012 – mette in evidenza la gestione “simpatica” del municipio di Alvignano. La sentenza della Corte dei Conti è stata depositata circa un anno fa; finora, tuttavia, non si conoscono le decisioni assunte dall’ente guidato da Angelo Di Costanzo, per la correzione della “rotta”.

Al municipio di Alvignano viene contestato

  1. la sussistenza di una quantità di residui attivi di parte corrente la cui vetustà, collegata a difficoltà nella riscossione delle entrate, impone adeguate politiche prudenziali sul conto di bilancio, sia a mezzo di riaccertamento che a mezzo di un oculato ricorso all’istituto del fondo svalutazione crediti;
  2. accumulo di residui passivi e mancata implementazione delle misure ex D.L. n. 78/2009 sulla tempestività dei pagamenti;
  3. nel 2012, tensioni di cassa con ricorso non regolarizzato ad entrate a specifica destinazione e contemporaneamente un prolungato e costante ricorso ad anticipazioni di tesoreria;
  4. erronea contabilizzazione di partire in conto terzi;
  5. il mancato aggiornamento dell’inventario.

Per tutte queste ragioni la Corte dei Conti ha invitato il comune di Alvignano e a porre in essere misure idonee a superare le ridette criticità. Un invito formulato nell’ottobre del 2014

Ecco la sentenza della Corte dei Conti:  DELIBERA REGIONALE N. 217

Guarda anche

DEPOSITO COMMERCIALE IN FIAMME: NUBE TOSSICA SULL’AGRO AVERSANO

Un vasto incendio ha distrutto un capannone adibito a deposito commerciale. Le fiamme hanno sprigionato …