Ultim'ora

MARZANO APPIO – Scuola elementare, partono i lavori: una “torta” per pochi “intimi”. Un caso da manuale

MARZANO APPIO – Scuola elementare, partono i lavori per l’adeguamento della struttura. Sembra una ricca “torta” per pochi “intimi”. Una storia davvero curiosa che, tuttavia, non sorprende più tanto, considerato il modus operandi di molte amministrazioni comunali. Nonostante una inchiesta, nonostante una serie di “curiose” coincidenze, la macchina amministrativa di Marzano Appio, guidata dal sindaco Eugenio Ferrucci, ha continuato sulla strada intrapresa, senza indugio. Appare senza dubbio curioso che a dirigere i lavori ci sarà il marito di un consigliere comunale di maggioranza (Filomena Fimiani); mentre il collaudo è affidato alla sorella del consigliere comunale, pare con delega ai lavori pubblici (Andrea Terranova). Altro aspetto singolare della vicenda è rappresenta dalla presenza – nella terna di direttori dei lavori (Daniele Cioffi, Giampiero e Gianfrancesco Conte) – del figlio di uno dei due professionisti. Insomma, come recitava un vecchio detto, niente deve cadere fuori dal piatto!

L’impresa:
con determina n. 114 del 30.09.2014 sono stati aggiudicati definitivamente i lavori di “Messa in sicurezza, Ristrutturazione e Manutenzione straordinaria dell’edifico scolastico della Scuola Elementare” alla ditta Nej Donadio srl, di Pratella (Ce) per l’importo di euro 639.386,30, oltre oneri di sicurezza per euro 25.343,24 e, quindi, complessivamente euro 664.729,54, avendo offerto il ribasso dell’8,50% sull’importo a base di gara, soggetto a ribasso, di euro 698.782,84, oltre oneri di sicurezza per euro 25.343,24.

La direzione lavori:
con determina n. 31 del 24.03.2015: è stato aggiudicato definitivamente alla RTP con capogruppo mandatario l’ing. Conte Giampiero l’incarico di direzione lavori e di coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori d per l’importo di euro 61.379,70, oltre Cassa Previdenza per euro 2455,19, ed oltre IVA, avendo offerto il ribasso del 10,55% sull’importo a base di gara, soggetto a ribasso, di euro 68.619,00, oltre Cassa ed IVA. E’ stato costituito l’ufficio di direzione lavori per l’esecuzione dei lavori costituito da: ing. Conte Giampiero, in qualità di Direttore dei Lavori; ing. Cioffi Daniele, in qualità di Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione; ing. Conte Gianfrancesco, in qualità di Direttore Operativo.

Il collaudo:
con determina n. 32 del 24.03.2015 è stato aggiudicato definitivamente all’ing. Terranova M. Gabriella, l’incarico di collaudo statico e collaudo amministrativo in corso d’opera e finale dei lavori per l’importo di euro 9.500,00, oltre IVA, avendo offerto il ribasso del 5,00% sull’importo a base di gara.

Le “coincidenze”
Alcune azioni finora attuate potrebbero ben dimostrare, ad esempio, come certe cose non avvengono per caso quando in ballo ci sono tanti soldi pubblici, anzi le “manipolazioni” sembrano nascere da un piano perfettamente studiato a tavolino.  Alcuni documenti inseriti nel progetto dimostrerebbero, ad esempio, come, in realtà, a preparare lo stesso potrebbe non essere stato l ‘ufficio tecnico comunale ma una “professionalità” esterna. Così c’è il sospetto che alla preparazione dello stesso progetto avrebbero partecipato attivamente un paio di tecnici locali: Giampiero Conte e Daniele Cioffi. Proprio a loro due – guarda caso – è stata poi affidata la direzione dei lavori (in cambio di  circa70mila euro) .  Emblematico il documento inserito nel progetto per la prova del rapporto di compressione.

prove-conte

La domanda è semplice: perché Conte si preoccupa di questa certificazione? Che c’entra con la progettazione? Inoltre, a sollevare dubbi sulla vicenda arriva anche un altro dettaglio non di poco conto: il codice del software utilizzato per alcuni calcoli progettuali non sarebbe quello dell’ufficio tecnico comunale.

codice-software

C’è chi assicura che il codice apparterrebbe ad uno dei due tecnici incaricati poi perla direzione lavori.  Se a tutto questo poi si aggiunge che l’ingegnere Daniele Cioffi è marito dell’assessore comunale Filomena Fimiani, allora la vicenda si tinge ancor più di “curiosità”.  Ma c’è ancor di più: la responsabilità del collaudo è stata assegnata (in cambio di circa 10mila euro) a Gabriella Terranova, sorella del consigliere comunale Andrea Terranova.

La “curiosità” dei progetti “fotocopia”
Potrebbe essere un “ingenuo dettaglio” che la commissione di gara – l’ottima ed efficientissima commissione di gara – non ha nemmeno visto. Così come non lo hanno notato le tre ditte che sono cadute nella stessa “trappola”. Eppure non sembra essere una cosa da niente. Si tratta di sicurezza. Infatti, se si guarda il cronoprogramma presentato dalle prime tre ditte classificate (Nej Donadio da Pratella; Feroce Emilio da Caianello; Europa2002 da Presenzano) nella cristallina gara per l’aggiudicazione dei lavori, si nota subito che la voce sicurezza si interrompe quasi a metà, non coprendo tutto il periodo dell’intervento. I progetti delle prime tre ditte manifestano tutte lo stesso identico errore: la linea della sicurezza si interrompe a metà. Ma la cosa più “simpatica” è che lo stesso identico errore è presente anche nel progetto originale esposto dal comune per la gara.  Ma come avrà fatto la meravigliosa commissione di gara (composta dal magico trio Avella, Carlone e Morrone) a non rendersi conto di una cosa del genere? Un errore simile (omettere la sicurezza per buona parte dei lavori) non dovrebbe essere un motivo di esclusione dalla gara? O comunque non dovrebbe determinare una grave penalità per la ditta che lo commette?

Guarda anche

TORNA CASA DOPO IL SERVIZIO: COMANDANTE MUNICIPALE STRONCATO DA IMPROVVISO MALORE

Casagiove – E’ stato fulminato da un improvviso malore appena tornato a casa dopo una …