Ultim'ora

Sessa Aurunca – “Le calze del brigante”: Cervo chiamato in Albania per raccontare Crocco

Sessa Aurunca – “La prossima settimana sarò in Albania a presentare il mio libro su Carmine Croccò. Come da locandina del Consolato italiano il 6 sarò a Valona con Eugenio Bennato e l’attore Enrico Lo Verso e il giorno dopo con quest’ultimo ad Argirocastro”. Queste le parole di Giuseppe Cervo per annuciare l’importante appuntamento in terra Albanese.
Il 12 dicembre è uscito, pubblicato da Zano Editore in Sessa Aurunca, il libro “LE CALZE DEL BRIGANTE – Grande vita, mirabili fatti ed orribili misfatti di Carmine Crocco Donatelli”. L’autore è Giuseppe Cervo, laureato in Scienze Politiche. Si tratta di una biografia, precisa e dettagliata, ma allo stesso tempo di agile lettura, di Carmine Crocco, lucano di Rionero in Vulture, universalmente riconosciuto quale il più famoso e temibile brigante dell’Italia postunitaria. L’autore, a conclusione di un puntiglioso lavoro di ricerca e verifica delle fonti durato più di dieci anni, con consultazione di decine di opere e riscontri documentali e sopralluoghi sui luoghi teatro degli eventi, per lo più in Basilicata, traccia, nelle duecentottanta pagine dell’opera, l’incredibile storia  di colui che più di ogni altro tenne in scacco per anni l’esercito piemontese prima e le neonate istituzioni italiane dopo, che non riuscirono mai a catturarlo nonostante avessero schierato in campo più decine di migliaia di soldati. Ne viene fuori un ritratto vivido ed appassionante dell’uomo e del contesto storico, geografico e sociale nel quale si svilupparono avvenimenti di enorme rilevanza, eppure dimenticati o mistificati, nella storia del Meridione. Contadino, pastore, quindi soldato borbonico, disertore, poi bandito di strada, quindi volontario garibaldino, ed infine campione della restaurazione borbonica, alla testa di migliaia di uomini, Crocco saprà sconfiggere i piemontesi anche in battaglie campali. Di lui, volgare criminale o fiero patriota borbonico, a seconda da quale angolazione, lo si voglia vedere, Cervo, appassionato cultore di storia del Sud, ne traccia un ritratto appassionante in un’opera che, puntuale e dettagliata, ma agile come un romanzo, prende il lettore per mano portandolo con leggerezza fino all’ultima pagina. Il libro, per il momento edito in tiratura limitata, è disponibile presso la libreria Zano in Sessa Aurunca o contattando direttamente l’autore sulla mail pinocervo58@gmail.com

Guarda anche

Bimba di 8 anni strappata alla vita, intera comunità in lutto

VILLA LITERNO.  “Il Paradiso ha un nuovo angelo a vegliare su noi. Purtroppo è di …