Ultim'ora

Santa Maria Capua Vetere – Michele: una giovanissima promessa del tennis

Santa Maria Capua Vetere – Michele Gentile ha solo 12 anni, ma ha già il curriculum sportivo di un campione del tennis! Michele in questo 2024 ha vinto ben quattro titoli individuali nella categoria Under 12 (classe 2012). Due trofei sono stati vinti nel circuito campano: rispettivamente a Qualiano nel Winter Cup YO e ad Avellino nel Kinder Tennis Trophy al COUNTRY SPORT AVELLINO. La vittoria di quest’ultimo torneo gli è valsa la qualificazione al Master Nazionale di Roma che si terrà a fine luglio. Mentre nel circuito laziale “Federici Sport” ha vinto ben 2 tappe rispettivamente ad Alatri e Arce. È riuscito a raggiungere la terza categoria nel prossimo aggiornamento delle classifiche federali Fitp ed è stato convocato ad un raduno federale per la coppa Belardinelli insieme ad altri atleti dell’élite campana. Sicuramente il risultato più prestigioso in questo 2024 è avvenuto alle Final Four, finali di campionati a squadre, domenica 26 Maggio presso il Tennis Club Capri. Nell’isola delle sirene, con la squadra del suo circolo, Il Gruppo Tennistico Sammaritano di Santa Maria Capua Vetere, insieme a Roberto Cantelmo e Clemente Melisi, Michele ha vinto il titolo di Campione Regionale e tutta la squadra è riuscita ad accaparrarsi la presenza alle Final Eight di macroarea interregionali, che si terranno a Cagliari dal 13 al 15 Settembre. Michele attualmente è tesserato con il prestigioso Gruppo Tennistico Sammaritano presieduto da Rosario Capitelli e seguito dal Tecnico Nazionale Angelo Cantelmo, dal preparatore atletico Vincenzo Zampano e dalla mental-coach Claudia Faggiano. Il GT Sammaritano è per lui una vera e propria famiglia. Michele, ogni giorno dopo aver finito il suo tennis, aspetta la fine degli allenamenti del fratello minore Domenico Gabriele, di solo sette anni e pure lui tennista di successo, convocato nei raduni federali. Michele mentre attende il fratellino svolge i compiti di scuola insieme agli altri ragazzi del circolo; frequenta con ottimi risultati la classe seconda della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Garibaldi Montalcini di Vairano Scalo, luogo dove risiede con il padre Francesco e la madre, Anna Alfano. Michele ha iniziato a giocare a tennis quasi a nove anni, a cavallo tra il 2020 e il 2021. Aveva visto suo padre praticare tale sport e ne era rimasto spontaneamente incuriosito. Da piccolo, in tenera età, aveva iniziato a giocare a basket presso la Folgore – Pro Cales di Vairano Scalo, con il coach Massimiliano Zitiello, dove tutt’ora è ancora tesserato. Il basket lo pratica abbastanza regolarmente, due volte a settimana, dopo gli allenamenti di tennis e quando non è impegnato in tornei. Il basket per lui è un momento rilassante per vivere lo sport senza la pressione della performance, anche se cerca sempre di dare il massimo senza risparmiarsi. La sua motivazione principale è dettata dalla sua convinzione che il duro lavoro è la base per costruire qualsiasi tipo di successo. Michele crede poco alla parola “talento” e ritiene che essa sia un concetto sopravvalutato e utile solo per creare degli alibi nei maestri e negli allievi. Vittoria o fallimento sono aspetti secondari; infatti le innumerevoli sconfitte degli anni precedenti non hanno mai scalfito la sua convinzione di riuscire a fare bene e hanno solo potenziato l’idea di impegnarsi di più per potersi migliorare giorno per giorno. A Michele piace l’idea di un tennis basato sulla ricerca dell’eleganza e dell’estetica. Non a caso il suo idolo è Roger Federer per la naturalezza dei movimenti e per la condivisione dell’ormai desueto rovescio ad una mano. Le tantissime ore passate in campo a colpire le innumerevoli palle e il percorso condiviso con i compagni di squadra, dovere rispetto dei valori comuni in campo e amicizia fuori, sono un modo piacevole per vivere la propria passione. I suoi prossimi obbiettivi saranno il campionato italiano individuale che si terrà a settembre e le ultime due tappe del circuito Next Gen, passando per il Master Kinder di Roma. Sicuramente spera che il sogno della competizione squadra appena realizzato possa continuare ne prossimi mesi. Nel futuro lontano? Chissà, è troppo presto per parlare di altro ma nel suo cuore lui sogna in grande stile!

Guarda anche

Bimba di 8 anni strappata alla vita, intera comunità in lutto

VILLA LITERNO.  “Il Paradiso ha un nuovo angelo a vegliare su noi. Purtroppo è di …