Ultim'ora
FOTO DI REPERTORIO

Pietramelara – Commercio di prodotti contraffatti, i testimoni non si presentano: salta udienza

Pietramelara – E’ stata una udienza inutile, quella che si è svolta pochi giorni fa presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito del processo a carico di donna di Pietramelara, piccolo comune dell’Alto Casertano, coinvolta nell’operazione condotta dalla Procura della Repubblica contro il fenomeno del commercio di prodotti contraffatti. L’ultima udienza è saltata per assenza dei testimoni citati dalla Pubblica Accusa, così il giudice a rinviare tutto al prossimo mese di novembre 2024.
I fatti contestati alla signora pietramelarese, Mone Marilena, vanno dal 2015 al 2018, la difesa dell’imputata è affidata all’avvocato Michele Mozzi. La donna, che si è sempre dichiarata innocente, è accusata di frode in commercio perché, al fine di trarne profitto acquistava, riceveva o comunque si intrometteva nel far acquistare cose di provenienza delittuosa a lei nota per essere prodotti industriali con marchi contraffatti o con altri segni distintivi, nazionali o esteri, alterati e segnatamente, profumi, orologi, capi d’abbigliamento di marca “Converse”, “Nike”, “Colmar”, “Adidas”, “Napapuri, “Puma; “Armani Jeans”, “Saucony”, “Help”, “Hogan”, “Pyrex”, “0-Bag”, “Creed Aventus” “Flora Di Cucci, Louis Vuitton”, “Fendi”. Michael Kors”, “Prada”, “Liu-Jo”, “New Balance”, Woolrich”, “Ray-Ban”, Cucci, Armanì”,  Rolex”. Le persone coinvolte nella vicenda sono circa 200 e sono distribuiti in diverse regioni d’Italia. Il volume d’affari stimato è stato quantificato in circa 250mila euro. Nel processo non ci sono parti civili costituite.

Guarda anche

Ailano – Scuola dell’infanzia, i bambini salutano l’anno scolastico con la recita “Una parola magica… “GRAZIE”

Ailano – Questa mattina presso la scuola dell’infanzia di Ailano, i bambini hanno voluto ringraziare …