Ultim'ora

PIEDIMONTE MATESE – Ospedale: consegnata la nuova Tac, parola di Sarro

PIEDIMONTE MATESE – Nella mattinata di ieri, la ditta General Electric ha consegnato la nuova Tac all’Ospedale “Ave Gratia Plena” di Piedimonte Matese dove, presto, entrerà in funzione il macchinario elettromedicale a 64 strati, le cui procedure di acquisto erano state avviate lo scorso anno dal Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Caserta Dott. Paolo Menduni, su sollecitazione dell’On. Carlo Sarro (Pdl), al fine di dotare il presidio ospedaliero di una nuova Tac multistrato in sostituzione dell’attuale che risulta particolarmente obsoleta data la sua vetustà ed ormai non più funzionante da lungo tempo a causa dei suoi continui guasti. Una situazione emergenziale che si trascina da troppi anni e che ha causato notevoli disagi tanto all’utenza proveniente dal vasto bacino servito dall’Ospedale piedimontese, quanto al personale medico e paramedico che quotidianamente offre un servizio di qualità e di efficienza ai molti pazienti, ma che ora è destinata a scomparire del tutto nel giro di qualche settimana con l’installazione della nuova apparecchiatura all’interno dei locali adeguati e sistemati negli ultimi mesi proprio in previsione dell’arrivo della stessa. Finanziata per una somma di 968 mila euro, si tratta di una Tac ultratecnologica e di ultimissima generazione che porrà il presidio matesino all’avanguardia rispetto agli altri ospedali di Terra di Lavoro, atteso che soltanto l’Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale, qual è quella dell’Ospedale Civile “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, dispone oggi di un’attrezzatura a 64 strati di pari livello. “Esprimo vivissima soddisfazione per la consegna della nuova Tac, – dichiara l’On. Carlo Sarro – perché in tal modo si rafforza seriamente la diagnostica del nostro Ospedale a vantaggio di tutti i servizi erogati all’utenza. È un importante segnale di attenzione che si dà al territorio e al personale medico e sanitario del presidio. Desidero rivolgere un particolare ringraziamento all’On. Prof. Raffaele Calabrò, che ancora una volta ha ascoltato le ragioni del territorio matesino, al direttore generale Dott. Paolo Menduni che, nell’attività di pianificazione, ha riservato la giusta attenzione al nostro ospedale, ed al direttore sanitario Dott. Armando Volpe per l’impegno quotidiano che profonde nella conduzione del presidio. Credo che, con questa sinergia, si possa continuare in un’azione di rilancio dell’Ospedale, ricordando che in sanità prima di tutto vengono sempre gli ammalati”. (comunicato stampa)

Guarda anche

Roccamonfina – Va al bar per un caffè ma si fa soffiare la borsa: indagano i carabinieri

Roccamonfina – Un gruppo di tre giovani (due uomini e una donna), stranieri cioè non …