Ultim'ora

PRESENZANO – GIORNATA NAZIONALE DEDICATA AL RICORDO DELLE VITTIME DELLA STRADA, LA CERIMONIA VOLUTA DAL COMUNE

PRESENZANO – (di Alessandro Staffiero) Si celebra oggi  19 Novembre 2023 la “Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada”, un momento di ricordo e riflessione che viene dedicato ogni anno, la terza domenica di novembre,  alle vittime di incidenti stradali ed ai loro familiari, ufficializzata in Italia con la legge 227/2017.

Per l’occasione L’Amministrazione Comunale di Presenzano in collaborazione con la APS Pro Loco Presenzano hanno voluto ricordare le 33 vittime, residenti nel paese, decedute proprio a causa di incidenti stradali, con una cerimonia solenne nella chiesa madre S.S. Annunziata di Presenzano. La messa celebrata dal parroco Don Antonio Sarnataro è stata un momento molto toccante di ricordo e riflessione durante la quale il primo cittadino Avv. Andrea Maccarelli, prendendo la parola, ha voluto sottolineare l’importanza dei corretti comportamenti da tenere quando ci si mette alla guida ricordandosi sempre di avere nelle proprie mani non solo la nostra vita ma anche quella degli altri e di non distruggerla a causa di un momento di imprudenza. Alle sue parole si aggiungono proprio quelle di Don Antonio che ha ricordato tante coincidenze che fanno parte di questa giornata ed accomunano i numeri: 33 vittime da ricordare, 33 esima domenica del Tempo Ordinario (Il Tempo Ordinario è, nel calendario liturgico Romano, quel periodo escluso dai contesti liturgici celebrativi di particolare spessore, detti anche Tempi forti, come l’Avvento, la Quaresima, la Pasqua e il Natale), e la data (19-11-2010) in cui lui come Don Mirko Integlia furono ordinati sacerdoti, coincidenze della giornata in cui ci si ritrova a stringersi attorno ai famigliari delle vittime che sono in molti dei casi state strappate troppo prematuramente alla vita terrena. Lo fa con delicatezza e tanta sensibilità cercando di accarezzare, confortare l’animo di ognuno dei presenti e ricorda tra le altre cose una frase di S. Francesco D’Assisi che definisce la morte sorella perchè ci da la possibilità di ricongiungerci con Dio e vedere il paradiso. A completare la cerimonia la musica toccante e suggestiva del trio di maestre musiciste: Giusy Papaccio che ha suonato l’arpa, Rossella Marino che ha suonato il violino e la mezzosoprano Angela Dragone che ha intonato i canti religiosi. A tutte le famiglie delle vittime è stato donato un cero con una preghiera simbolo di luce eterna.

Guarda anche

CESA – Fratelli uccisi, il killer confessa: lite per viabilità. Domani i funerali. Sarà lutto cittadino (guarda il video)

CESA – Saranno celebrati domani, 20 giugno 2024, i funerali dei due fratelli Marco e …