Ultim'ora

Castel Volturno – Droga, arrestata la figlia dell’attore di Gomorra

Castel volturno –  La squadra mobile di Caserta, diretta dal Vice Questore Alessandro Tocco, è stata impegnata in una vasta operazione anticrimine, arrestate tre persone, e una quarta denunciata a piede libero, per reati inerenti le armi e gli stupefacenti. A Casal di Principe, Adolfo Abbatiello, di Casal di Principe, pregiudicato, responsabile di detenzione illegale di arma comune da sparo; mentre a Castel Volturno, sono finiti nei guai Strato Salemme,32 anni, pregiudicato, e la sua convivente. Vincenzina Terracciano, 25enne, domiciliata a Castel Voltuno. La donna è la figlia del noto attore di Gomorra arrestato per estorsioni: Bernardino Terracciano detto Zi’ Bernardo. La coppia si è resa responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana ed hascisc. In particolare, a seguito di perquisizione domiciliare, la Squadra Mobile, per il primo arresto ha rinvenuto nel sottotetto dell’abitazione di Abbatiello, avvolta in un calzino di spugna, occultato in una scatola, una pistola semiautomatica marca Colt, modello Hammerless. calibro 7.65. nel cui caricatore erano inserite 5 cartucce. L’arma, in buone condizioni di efficienza e pronta all’uso, riportava il numero di mat. 419277 ma non presentava i segni distintivi dell’inserimento nel Catalogo Nazionale delle Armi. Abbatiello. che annovera precedenti per incendio doloso, danneggiamento e lesioni peronali. pertanto, è stato arrestato. A Castel Volturno, la Squadra Mobile ha effettuato una perquisizione presso il domicilio di Stato Salemme, sequestrando nell’abitazione ca. 20 gr. di marijuana e ca. 70 gr. di hascisc. Lo stupefacente era confezionato in dosi, pronte per lo spaccio. Inoltre, sono stati sequestrati anche un bilancino elettronico, materiale per il confezionamento delle dosi – rotoli di cellophane e bustine di plastica trasparente – e tre lampade alogene, utilizzate solitamente per la coltivazione “indoor” delle piante di canapa, e 240 euro, provento dell’illecita attività. All’atto dell’irruzione, il personale operante ha sorpreso la convivente del suddetto pregiudicato.Vincenzina Terracciato nel tentativo di disfarsi del bilancino e di parte dello stupefacente. Pertanto, entrambi venivano arrestati in flagranza di reato. Nell’abitazione veniva acquisito anche un quaderno sui cui era dettagliatamente annotata la contabilità relativa all’illecito commercio realizzato dai due giovani.

Guarda anche

BIMBA DI 4 ANNI ABUSATA SULLA SPIAGGIA: CONDANNATO A 10 ANNI

E’ stata emessa la condanna di primo grado a carico di un uomo accusato di …