Ultim'ora
FOTO DI REPERTORIO

IL TUFFO – Ladro si lancia dal secondo piano per sfuggire ai carabinieri: è grave

Capua – Il protagonista è un immigrato poco più che 20enne che, probabilmente, credeva di essere capace di volare. Erano le 3 di notte quando, in via Santa Maria la Fossa, a Capua, tre georgiani, un 23enne, un 33enne e un 49enne, tutti domiciliati a Vibo Valentia (Calabria), hanno provato a introdursi furtivamente nell’abitazione di un 38enne ingegnere che, udendo dei rumori sospetti provenire dal giardino, ha allertato telefonicamente la centrale operativa dei carabinieri di Capua. La pattuglia della sezione radiomobile si è immediatamente recata sul posto dove ha individuato i tre malviventi. Quest’ultimi, alla vista dei carabinieri hanno invano tentato di raggiungere la loro auto, precedentemente parcheggiata in una piazzola in terra battuta distante circa 200 metri dal centro abitato, per darsi alla fuga. Per scappare il 23enne si è lanciato dal tetto dell’abitazione cadendo rovinosamente a terra da un’altezza di circa 7 metri riportando gravi lesione traumatiche agli arti e una ferita alla testa. Trasportato dal 118 all’ospedale civile di Caserta, è stato ricoverato in prognosi riservata ma non versa in pericolo di vita. All’interno della vettura, un’Alfa Romeo 147, in loro uso, sono stati rinvenuti e sequestrati arnesi atti allo scasso. I tre, oltre a essere stati denunciati in stato di libertà per tentato furto aggravato in concorso, sono stati anche segnalati per l’emissione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal comune

Guarda anche

Grazzanise – Auto con palo telecom: tre feriti, coinvolto anche un bimbo

Grazzanise – Nel sinistro stradale è coinvolta una intera famiglia che viaggiava a bordo della …