Ultim'ora

SAGRE SICURE – L’Asl detta le regole nel convegno dedicato al giovane veterinario Panarello. La prima volta in Italia

Roccamonfina – Sagra Sicura è il titolo del convegno, svoltosi alcuni giorni fa a Roccamonfina, con il quale l’Azienda Sanitaria di Caserta ha inteso indicare a tutti gli operatori la strada giusta da seguire. Linee importanti che in futuro eviteranno, se applicate correttamente, di bloccare manifestazione tradizionali che ogni anno accendono le piazze e i borghi di tanti paesi del Casertano. Regole che eviteranno sanzioni e problemi agli organizzatori e, contestualmente, garantiranno i visitatori sulla qualità dei prodotti e quindi garantiranno benessere e sicurezza alimentare. “Quella di Roccamonfina è la prima manifestazione di questo genere in Italia ad aver adottato un progetto di questo tipo. Abbiamo spiegato una serie di procedure amministrative igienico sanitarie, concordate con l’AsI che renderanno le sagre più sicure. Le sagre sono sempre più eventi caratteristici del territorio casertano. In passato, però, non erano mai stati fatti dei controlli sui vari prodotti in vendita nel corso delle manifestazioni. Abbiamo quindi allestito un team di specialisti e veterinari che monitoreranno i diversi stand, in modo da garantire la sicurezza alimentare, tutelando così la salute pubblica”.
Questo il concetto espresso da Alfonso Giannoni, coordinatore dei servizi veterinari dell’Asl, subito dopo la conclusione dei lavori. Un convegno che i vertici dell’Asl di Caserta hanno voluto dedicare al giovane veterinario Gabriele Panarello, di Vairano Patenora, deceduto tragicamente alcuni mesi fa.

Guarda anche

Ragazzo disabile rapinato e  picchiato dal branco. Anche alcuni minorenni

PARETE –  E’ stato pestato e derubato da una baby gang e la sua famiglia …