Ultim'ora
foto di repertorio

ANTONELLA MUORE A 48 ANNI: BRUCIATA PER UN LENZUOLO STESO

Una giovane donna muore dopo giorni di atroci sofferenze. E’ l’ennesima vittima della follia, quella che ha mosso la mano dell’assassino: il suo vicino di casa. La ragione dell’aggressione è quanto mai futile e legata ad un lenzuolo steso dalla donna che infastidiva il vicino.
E’ morta questa mattina dopo oltre un mese di agonia, a causa delle complicazioni generate dalle ustioni riportate, la donna cui il 5 settembre scorso a Quarto, nel Napoletano, fu dato fuoco da un vicino al termine di una lite condominiale per futili motivi. La vittima è Antonella Iaccarino, 48 anni. La salma è stata sequestrata e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli esami autoptici.     Al centro della contesa un lenzuolo steso dalla donna e che a detta del 53 enne Francesco Riccio, già noto alle forze dell’ordine, ne ostruiva l’accesso al suo box. Di qui la reazione sfociata in una lite e il tragico epilogo con la donna cosparsa di liquido infiammabile e poi data alle fiamme con un accendino. L”aggressore fu arrestato dai carabinieri intervenuti in via De Gasperi. La donna fu invece portata all’ospedale Cardarelli con varie ustioni sul corpo. Fino all’epilogo di stamattina.

Guarda anche

LICEO MANZONI, GLI STUDENTI INCONTRANO GLI AUTORI DELLA GRAUS EDIZIONI

Caserta – Lunedì 20 maggio 2024 nella prestigiosa cornice dell’Auditorium della Provincia di Caserta (Via Ceccano) dalle …