Ultim'ora

Tora e Piccilli – Parte la scuola, ma non lo scuolabus. D’Agostino: amministrazione pensa ai banchetti e dimentica i bisogni della gente

Tora e Piccilli – Ancora disservizi, negligenze e dimenticanze nella gestione del bene comune da parte della amministrazione ed in particolare della giunta del Comune di Tora e Piccilli. Oggi 13 settembre, inizio dell’anno scolastico i nostri bimbi sono “rimasti a piedi”; si proprio così. I bambini non hanno visto arrivare il pulmino che li avrebbe dovuti portare al plesso di Conca Campania. Il diritto allo studio contempla che gli Enti locali sono tenuti a garantire il servizio del trasporto scolastico, al fine di perseguire l’uguaglianza tra tutti gli studenti. Nel nostro Paese, già da 2 anni, i ragazzi sono costretti a raggiungere Conca Campania, ma almeno l’amministrazione garantisca il servizio per raggiungere tale plesso. Già agli inizi dell’estate era noto il calendario regionale di programmazione per l’inizio dell’anno scolastico. Ritardi e dimenticanze non devono esserci verso i ragazzi. Forse l’amministrazione è molto più impegnata ad organizzare feste, serate e quant’altro nei locali della Casa Parrocchiale di Piccilli per preoccuparsi del bene dei ragazzi?
Sicuramente è molto più conveniente organizzare attività commerciali con alti introiti, anche se la Casa parrocchiale di Piccilli, secondo quanto recita il contratto stipulato con la Curia, deve essere utilizzata NON A SCOPO DI LUCRO. Fino a quando dovremo assistere al degrado totale e continuato del nostro Paese, dovuto ad una amministrazione che continua ad occuparsi solo ed esclusivamente della gestione “festaiola” della Casa parrocchiale in piazza San Giovanni.
(nota a cura del consigliere Enzo D’Agostino)

 

Guarda anche

Caserta – Continua a perseguitarla anche dopo la denuncia, arrestato

Caserta – La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato un 32enne di Caserta, per …