Ultim'ora

Fondere tecnologia e casinò: come contare le carte a Poker per ottenere un vantaggio nell’era digitalema è la verità,

Unsplash

Chi è solito praticare giochi di carte all’interno dei casinò, siano essi fisici o virtuali, sarà venuto sicuramente a conoscenza della strategia del conteggio delle carte. Per chi non lo sapesse, il conteggio delle carte è una tecnica mentale per cui un giocatore riesce a calcolare con maggiore precisione le sue probabilità di vincita, così da sapere in qualunque momento quando puntare forte o quando, invece, evitare di esporsi.

Questa tecnica ha anche un precedente storico reale, nel quale un gruppo di giovani studenti del MIT (Massachusetts Institute of Technology), nell’arco di tempo che va dal 1980 al 1990, è riuscito a sbancare moltissimi casinò e a guadagnare cifre folli, proprio attuando il conteggio delle carte. L’episodio in questione ha portato anche allo sviluppo di un film dedicato proprio a questa storia, ovvero 21, pellicola del 2008 che tra gli interpreti principali annovera Kevin Spacey e Jim Sturgess.

Il conteggio delle carte

Come in quasi tutti i giochi basati sulle carte, sapere quali sono quelle rimaste nel mazzo, assieme alla probabile mano degli avversari, mette il giocatore in una posizione di grande vantaggio. Il sistema di conteggio delle carte ha il suo fondamento proprio su questo, ovvero nel capire le probabilità che si hanno di vincere quella mano, basandosi  sulle probabili combinazioni di carte ancora disponibili.

Il gioco per cui questa tecnica ha dato i suoi frutti migliori è sicuramente il Blackjack, però sempre più giocatori si chiedono se sia possibile mettere in pratica la tecnica del conteggio delle carte in modo altrettanto proficuo anche nel gioco del Poker. Qui le idee sono un po’ contrastanti, ma adesso cercheremo di fare un po’ di chiarezza.

Contare le carte nel Poker

Nelle prossime righe scopri come contare le carte a poker, o meglio tutti i metodi per avvicinarsi il più possibile alla tecnica messa in pratica sul blackjack. Bisogna però anticipare che, al contrario di quest’ultima, nel poker non abbiamo un sistema così preciso. Contare le carte non è una pratica attuabile da tutti, perché alla sua base è richiesta un’ottima capacità analitica e una profonda conoscenza delle regole.

Appurato questo, la prima cosa da tenere in mente per attuare il “conteggio”, è quella di osservare meticolosamente tutte le carte uscite fino ad un dato momento della partita, cercando di interpretare lo stile di gioco degli altri partecipanti al tavolo. Nel poker, la pratica di contare le carte ancora nel mazzo e le varie combinazioni vincenti disponibili, ha preso il nome di equity, parola che rappresenta la possibilità di riuscire a ottenere la mano desiderata durante la partita.

Il conteggio delle carte nel Blackjack

Contrariamente a quello che avviene nel poker, il blackjack può fare affidamento su una maggiore precisione della tecnica di conteggio delle carte. Il metodo prevede di assegnare un punteggio alle diverse carte, in modo da stabilire un punteggio sul mazzo rimanente. Le carte che vanno dal 2 al 6 assumono un valore di +1, 7, 8 e 9 hanno un valore nullo di zero; il 10, le diverse figure e gli assi invece prendono un valore di -1.

A ogni mano dovrai sommare i diversi valori delle carte uscite fino a quel momento, e quando il mazzo avrà un punteggio positivo alto, per esempio +9, quello sarà il momento adatto per puntare forte. Il punteggio positivo infatti sta a indicare che in quel mazzo sono già uscite molte carte dal valore basso, di conseguenza al suo interno ce ne sono parecchie dal valore alto.

Unsplash

Contare le carte con e senza aiuto tecnologico è legale?

Questa è una domanda che molte persone si sono poste e si pongono tuttora, e che viene spesso interpretata a proprio piacimento. Di base, il conteggio delle carte messo in pratica solo con le proprie capacità mentali, non è una pratica illegale. Semplicemente per il fatto che, qualora anche doveste essere scoperti, non sarà possibile produrre alcuna prova in merito.

Il fatto che sia legale però non significa che possiamo attuarla a nostro piacimento. Se un casinò dovesse beccare un giocatore a contare le carte, pur senza nessuna prova, potrebbe inserire questo in una blacklist e bandirlo da quel casinò. Il discorso è ben diverso se si prova a contare le carte nel gioco d’azzardo utilizzando qualche strumento apposito. In quel caso, si cadrebbe nell’illegalità, oltre al fatto che non ci sarebbe permesso di portare tale attrezzatura al tavolo di gioco.

In conclusione

Come abbiamo visto, anche se diverso e meno preciso della controparte blackjack, il conteggio delle carte può essere applicato anche nel gioco del poker. Questa pratica non è facile da attuare perché richiede una capacità analitica forte, rapidità e ottima conoscenza delle regole e strategie del gioco.

Se hai intenzione di provare a contare le carte in uno di questi giochi, presta bene attenzione a farlo solo contando sulle tue capacità mentali, perché strumenti tecnologici predisposti a tale scopo non sono ammessi. Ricorda anche che nei casinò fisici, anche senza prove, puoi essere bandito se sospettato di attuare il conteggio delle carte.

Guarda anche

CAIANELLO – GRAVI CARENZE IGIENICO SANITARIE IN CUCINA: CHIUSA NOTA PIZZERIA

CAIANELLO – Il personale dell’Asl di Caserta durante un normale controllo rivolto a garantire la …