Ultim'ora

Gli impatti negativi delle emissioni sull’ambiente: cosa possiamo migliorare?

Una delle tematiche di maggior preoccupazione che si discute a livello mondiale, da qualche decennio a questa parte, è quella degli effetti dannosi causati dalle emissioni di anidride carbonica e dei gas di scarico. Con le recenti innovazioni tecnologiche, tuttavia, sia le industrie che le nostre automobili sono in grado di inquinare sempre meno.

In questo articolo parleremo di come le emissioni impattano negativamente sull’ambiente e cosa possiamo fare per ridurre la nostra impronta carbonica.

Gli effetti delle emissioni sull’ambiente

Come dicevamo in apertura di articolo, le emissioni di gas dannosi, come l’anidride carbonica ed il metano, consistono nelle cause principali del riscaldamento globale. Come molti di voi sapranno, tale fenomeno è riuscito, purtroppo, ad innescare delle gravissime conseguenze, come lo scioglimento dei ghiacciai, il conseguente innalzamento del livello del mare e l’acidificazione degli oceani.

I risultati si stanno vedendo anche sul nostro Paese: non esistono più “mezze stagioni”, ma solo periodi di grandissimo freddo, alternati a periodi di caldo torrido. Anche gli effetti meteorologici hanno subito un grave cambiamento. Difatti, sono sempre più frequenti i casi di veri e propri monsoni, nonché periodi di siccità incredibili, che spesso e volentieri fanno scattare allarmi nazionali.

Questo solamente per quanto riguarda l’ambiente, poiché gli effetti sulla salute umana sono ancora più gravi: respirando continuamente aria inquinata, il nostro corpo può andare incontro a problemi respiratori, formazione di tumori e malattie cardiovascolari. Ma quindi come possiamo ridurre la nostra impronta carbonica e ridurre le emissioni? Proveremo a dare risposta a questa domanda nel prossimo paragrafo.

Una componente fondamentale nel controllo e nella riduzione delle emissioni sulle automobili: le Sonde Lambda

Come molti di voi sapranno, l’Italia e l’Europa hanno, da qualche anno, imposte nuove regole e norme per quanto riguarda l’inquinamento delle automobili, nonché introdotto alcuni sistemi tecnologici che consentono alle auto stesse di andare ad inquinare meno.

Oltre al famosissimo “Filtro FAP”, un’altra componente molto importante è la cosiddetta Sonda Lambda. Essa altro non è che un sensore, posizionato nel sistema di scarico, che invia continue informazioni alla centralina della nostra macchina, in modo da migliorare l’efficienza del motore, far sapere a quest’ultimo quanto carburante iniettare e, soprattutto, riuscendo a ridurre le emissioni nocive.

Trattandosi di una componente molto importante, è sempre fondamentale tenerla sotto controllo, per riuscire ad individuare tempestivamente eventuali guasti, malfunzionamenti o problemi di alcun tipo.

Foto della sonda lambda tratta da tuttoautoricambi.it

Alcune soluzioni efficaci per ridurre le emissioni

Esistono poi numerose soluzioni efficaci per ridurre le emissioni dei gas nocivi, sia attuabili personalmente da ciascuno di noi, sia messe in opera dalle varie aziende.

Ad esempio, l’Italia sta cercando di passare sempre di più verso fonti di energia rinnovabili, e soprattutto l’eolico ed il solare. Si tratterebbe di avere provvigioni di energia elettrica completamente green, andando così a ridurre drasticamente la dipendenza dai combustibili fossili e, di conseguenza, a ridurre le emissioni di CO2.

Un’altra soluzione molto efficace è quella di adottare una sempre più agricoltura sostenibile. Cosa intendiamo dire con questo? Semplicemente di rivedere i piani di agricoltura intensiva e di ridurre drasticamente l’utilizzo di fertilizzanti chimici, che portano ad un danno incredibile non solo al sottosuolo, ma anche all’ambiente sotto forma di pioggia acida.

Infine, e forse questa è una delle soluzioni più importanti da attuare, è quella di sensibilizzare notevolmente la popolazione, già dalla più tenera età. Riuscire a creare una educazione volta ad un mondo più green, contribuirà sensibilmente a cambiare le abitudini quotidiane dannose, spingendo le persone ad effettuare più risparmio energetico, utilizzare i mezzi pubblici invece che costantemente la propria auto e via dicendo.

Conclusioni

Dalla Rivoluzione Industriale, il nostro mondo è completamente cambiato rispetto a come lo conoscevamo prima. Il tasso di inquinamento è letteralmente schizzato alle stelle, e solo di recente ci siamo resi conto di quanto dannoso tutto questo sia per l’ambiente, per il nostro pianeta, e per la nostra salute.

In questo articolo abbiamo voluto analizzare alcuni dei problemi più gravi che le emissioni di gas nocivi stanno causando all’ambiente, nonché una serie di soluzioni attuabili come individui, come comunità e come Governi.

Speriamo di potervi aver aiutato per una maggiore comprensione di questa tematica, ed aver fatto il nostro in tema di sensibilizzazione su questo argomento. Agendo già da subito, è ancora possibile salvare il nostro pianeta, prima che sia veramente troppo tardi.

Guarda anche

SESSA AURUNCA – Associazione Mozart, quartetto “Duae Siciliae Saxophone Quartet”: l’incontro tra la Campania e la Sicilia

SESSA AURUNCA (di Nicolina Moretta) – Ieri sera, 17 Giugno 2024, presso la sede dell’Associazione …