Ultim'ora

ALIFE – Comunali, le due “opzioni” dell’ex sindaco Di Tommaso

ALIFE – “In questo manicomio succedono cose da pazzi”, è la battuta detta dal mitico Totò in uno dei  tanti e significativi suoi film. La politica – quella dei piani alti fino a quella nostrana – spesso somiglia ad un manicomio dove “le cose da pazzi” capitano frequentemente. Ad esempio, si potrebbe correre il rischio di impazzire nel tentativo di fare una analisi del voto nelle ultime comunali alifane. Maria Luisa Di Tommaso, sindaco del paese fino allo scorso 15 maggio 2023, non si è candidata per difendere la fascia tricolore. Abbandonata dai suoi consiglieri più “potenti” non è riuscita a comporre una lista. Così è rimasta alla finestra. Ma non del tutto immobile. Anzi, secondo una serie di pettegolezzi raccolti negli ambienti politici del paese, la Di Tommaso avrebbe agito per non scontentare nessuno dei due schieramenti in campo. Ad alcuni avrebbe chiesto di votare la lista di Salvatore Cirioli; ad altri, invece, avrebbe chiesto di sostenere Annamaria Morelli della lista di Fernando De Felice. E proprio Morelli è risultata la più votata con 602 preferenze che somigliano tantissimo alla forza elettorale della famiglia Di Tommaso / Santagata. Del resto la Morelli, assessore nella giunta Di Tommaso, è riuscita in queste elezioni a raddoppiare le sue preferenze raccolte 5 anni prima. Evidentemente la Morelli in quei 5 anni ha realizzato talmente tanti progetti e condotto in porto talmente tanti risultati che i cittadini di Alife hanno deciso di premiarla raddoppiando la fiducia in lei.
A proposito, ma quali sono stati i progetti prodotti da Morelli?
Quali sono stati i risultati da lei raggiunti negli ultimi 5 anni?
C’è qualcuno che li ricorda?
Di certo la popolazione alifana spera che nei prossimi 5 anni Morelli possa raddoppiare quei progetti e quei risultati, temendo la formula che zero + zero produce sempre zero.

Guarda anche

ALVIGNANO – Panificio biscottificio in pessime condizioni igienico sanitarie e cibi senza tracciabilità: scatta la chiusura

Alvignano – Lo scenario apparso agli occhi dei veterinari dell’Asl di Caserta è stato subito …