Ultim'ora

Pignataro Maggiore – Violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia, l’Appello conferma: assoluzione e condanna per 47enne

Pignataro Maggiore – Si è concluso il processo di secondo grado a carico di un uomo di Pignataro Maggiore accusato di violenza sessuale a danno della moglie e di maltrattamenti in famiglia. Le vittime – la moglie e le due figlie minorenni – avrebbero subito la follia dell’uomo per oltre 10 anni. Poi la signora avrebbe trovato il coraggio di denunciare e permettendo così l’avvio delle indagini. Dopo la condanna di primo grado i difensori dell’imputato hanno fatto ricorso ai giudici dell’Appello di Napoli per ottenere la revisione della sentenza emessa dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere. I giudici partenopei (quelli di secondo grado) hanno confermato totalmente la sentenza di primo grado. L’imputato è stato assolto dall’accusa di violenza sessuale. E’ stato condannato, invece, per le violenze e i maltrattamenti in famiglia. Due anni e sei mesi di carcere la pena inflitta a Giulio Pontillo. Inoltre il giudice ha condannato il 47enne al pagamento di una provvisionale, in favore delle vittime di 21mila euro.  La ex moglie si è costituita parte civile, difesa dall’avvocato Luciano Polizzi di Pignataro Maggiore, popoloso centro dell’Agro Caleno. Attualmente Pontillo è ancora sottoposto al divieto di dimora nel comune di Pignataro Maggiore e la divieto di avvicinarsi alla ex moglie e alla figlie. Inoltre il Tribunale dei Minori ha sospeso, a Pontillo, la responsabilità genitoriale.

Guarda anche

Rocchetta e Croce – In fiamme abitazione, anziana salvata dai vicini  

Rocchetta e Croce – Improvvisamente le fiamme hanno avvolto il tetto di un’abitazione nel centro …