Ultim'ora

Teano / Calvi Risorta – Perseguitava e picchiava l’ex compagna, 40enne ottiene permesso per lavorare

Teano / Calvi Risorta – Pur restando gli obblighi degli arresti domiciliari, l’indagato potrà recarsi al lavoro. Lo ha stabilito il giudice, accogliendo la richiesta avanzata dall’avvocato Giuseppe Stellato, difensore del 40enne teanese coinvolto in una vicenda di violenze e maltrattamenti. Secondo l’accusa mossa dalla Procura della Repubblica, più volte, nell’arco temporale di 3 mesi, durante il primo lockdown, avrebbe picchiato la sua compagna con la quale conviveva da pochissimo tempo. Lei dopo qualche esitazione ha il coraggio di lasciarlo e di denunciarlo alla Procura della Repubblica. Lui, però, in si rassegna. Vuole tornare con lei, vuole riallacciare la relazione e davanti alla ferma posizione della donna non esita a minacciarla, arrivando fino a sfondare il portone della casa della ex compagna, ubicata nel territorio del comune di Calvi Risorta, nel cuore dell’Agro Caleno. Circa un mese fa arrivò l’ordinanza cautelare con cui i carabinieri arrestarono  Agostino de Paolo, 40enne di Teano. L’uomo dopo le formalità di rito è stato collocato agli arresti domiciliari. Ora il giudice ha concesso il permesso grazie al quale l’indagato può lavorare.

Guarda anche

Caserta – Il prefetto sospende l’assessore arrestato. Il sindaco Marino ha perso un’occasione per “brillare”

Caserta – Ciò che doveva fare il sindaco lo ha fatto il prefetto di Caserta, …