Ultim'ora
Emanuele Di Caterino

Pietramelara / San Cipriano – Uccise un ragazzo durante una lite, condannato a 8 anni di carcere

Pietramelara / San Cipriano – Aveva appena 14anni e perse la vita, una sera qualsiasi, mentre era in piazza con alcuni amici, nella classica movida. Un ragazzo poco più grande di lui gli sferrò una coltellata al cuore. La tragedia echeggiò anche a Pietramelara dove la famiglia della vittima è molto conosciuta e dove da anni gestisce alcune proprietà, in località Pantani, con una grossa azienda agricola.  Il 14enne fu ucciso nella notte tra il 7 e l’8 aprile del 2013 mentre impazziva la movida davanti a bar Bistrot di Aversa. Il 17enne, difeso dall’avvocato Mauro Iodice, confessò le sue colpe riferendo di aver agito per legittima difesa in quanto era stato già precedentemente aggredito ed anche pestato. Infatti dinanzi al gip il ragazzo si presentò con il volto tumefatto e con altre escoriazioni che aveva sul corpo, segni di una aggressione subita proprio quella sera in cui avvenne il delitto.

La condanna di oggi:
Otto anni di carcere. E’ questa la sentenza emessa dal del tribunale dei minori di Napoli in composizione collegale a carico di Agostino V., accusato dell’omicidio di Emanuele Di Caterino.  Il killer, all’epoca dei fatti 16enne, era stato già condannato dal giudice del tribunale dei minori in composizione monocratica, ma i giudici di Appello avevano annullato il verdetto perché, a loro avviso, la sentenza doveva essere pronunciata in composizione collegiale. Si è dovuto rifare il processo e, nel frattempo, Agostino era tornato libero. Oggi la condanna a otto anni di reclusione

Guarda anche

PIETRAMELARA – Lei lo lascia, lui minaccia di incendiare lei e la sua casa: arrestato

Pietramelara – I carabinieri Pietramelara, guidati dal maresciallo Nardella, hanno arrestato, per atti persecutori, un …