Ultim'ora

ALIFE – Guardia giurata abusa di due bimbe, i periti davanti ai giudici

ALIFE –  Nel processo Mennicillo oggi sono stati sentiti i periti delle due parti offese, hanno spiegato, secondo il loro punto di visti, le conseguenze che gli abusi hanno causato alle due bambine. Un interrogatorio lungo e articolato che ha visto una discussione accesa  Processo rinviato di alcune settimane per ascoltare altri testimoni dell’accusa. Giuseppe Menicillo – assistito dall’avvocato Emanuele Sasso –  accusato di abusi sessuali su due bambine, ha scelto il rito ordinario, attualmente è agli arresti domiciliari, fuori provincia. L’uomo era stato arrestato qualche tempo fa dai carabinieri della stazione di Alife perché ritenuto responsabile dei delitti di cui agli artt. 81, 609 bis e 609 ter c.p. in danno di due sorelle dell’età di anni 7 e 8, all’epoca in cui sono iniziati gli abusi sessuali, figlie della compagna dell’indagato, cui era legato da una relazione sentimentale. Il procedimento penale origina dalla querela sporta dai genitori delle minori. Le bimbe ricostruivano, in maniera precisa e concordante, seppur con notevoli sforzi dovuti alla gravità dei fatti che per la prima volta si trovavano a raccontare per intero, i drammatici abusi sessuali che l’indagato le aveva costrette a subire o compiere nella fascia di età dai 7 ai 10 anni, commessi quando si trovava da solo con le minori, approfittando dell’assenza della madre, la quale riponeva in lui piena fiducia, tanto da affidargli le figlie.

Guarda anche

TEANO – Salumi “clandestini”: sequestro e multa

TEANO – L’operazione è stata condotta ieri dai carabinieri della locale stazione in sinergia con …