Ultim'ora

ALIFE – Il marito violentava la figliastra 13enne. La confessione della Madre: non denunciammo per paura di essere uccise

ALIFE – Hanno sopportato violenze di ogni tipo per molti anni. Le minacce dell’uomo e la paura di essere uccise dominavano le loro menti. La verità che emerge dai racconti delle due donne è agghiacciante. Certo, servirà un processo e, probabilmente, tre gradi di giudizi prima si sapere se quell’uomo è veramente colpevole. Per ora ci sono le denunce i racconti di una donna e di sua figlia che inchiodano Domenico Marra. Secondo l’accusa l’uomo picchia e maltratta ripetutamente la moglie e poi abusa sessualmente di una ragazzina (figlia della moglie avuta da una precedente relazione) di appena dodici anni obbligandola a rapporti di ogni genere. Per farla stare zitta, per evitare che la fanciulla raccontasse alla madre gli abusi subiti, la minacciava di morte. Bastava poco per scatenare la furia dell’uomo: una bottiglia di vino non messa a tavola, una parola fuori posto, un ordine non eseguito rapidamente. E tutto peggiora quando la donna decide di separarsi. Le violenze e le botte aumentano. Le due vittime per molti anni non ricorrono ai carabinieri, non denunciano il loro “carceriere”. Hanno paura. Temono di essere uccise. Poi la madre decide di rivolgersi ad un centro antiviolenza. Scattano le denunce, partono le indagini che portano all’arresto di Domenico Marrra.

Leggi anche:

ALIFE – Da 8 anni abusava della figlia dell’ex moglie, arrestato operaio

ALIFE – Maltratta la moglie e abusa della figlia, arrestato 42enne

Guarda anche

PIETRAMELARA – Ex funzionaria di banca stroncata durante il sonno. La città piange Rosa

Pietramelara – Durante la notte scorsa un nuovo lutto ha colpito la comunità di Pietramelara. …