Ultim'ora

GIOIA SANNITICA / PIEDIMONTE MATESE / ALVIGNANO – “Assopigliatutto”, salta la deposizione di Scialdone: tutto rinviato ad ottobre

GIOIA SANNITICA / PIEDIMONTE MATESE / ALVIGNANO – “Assopigliatutto”, Antonio Scialdone, imprenditore nel settore dei rifiuti, non ha potuto testimoniare per motivi tecnici. Il giudice ha rinviato tutto a fine ottobre quando dovranno essere sentiti oltre a Scialdone anche i periti fonici che hanno proceduto alla trascrizioni delle telefonate registrate ed i consulenti delle difese. L’inchiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere denominata «Assopigliatutto»,  portò alla luce, in alcuni comuni del casertano, l’esistenza di un vasto e corposo giro di appalti pubblici che secondo l’accusa sarebbero stati truccati in cambio di tangenti e mazzette nel settore della raccolta dei rifiuti. Sotto la lente dei pm finì la Termotetti, ditta operante nel settore dei rifiuti, che  grazie a bandi cuciti su misura riusciva ad avere la meglio sulla concorrenza aggiudicandosi gli appalti. Anche il titolare della Termotetti, Imperatore, è sotto processo cosi come altri funzionari dei comuni. Al centro delle contestazioni delle ipotesi delittuose di corruzione e di turbativa di gara vi sarebbero i presunti favori concessi dai politici di Terra di Lavoro e dagli amministratori comunali dell’Alto Casertano alla società “Termotetti”.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso.

Guarda anche

Caiazzo – Schianto mortale, la città piange Nicola

Caiazzo – Si svolgeranno oggi i funerali dell’infermiere deceduto per un incidente stradale, avvenuto qualche …

un commento

  1. Si punta alla prescrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *