Ultim'ora

SAN PIETRO INFINE – Arescosmo, 26 operai senza paga e senza futuro: scoppia la protesta (il video)

SAN PIETRO INFINE (di Antonio Migliozzi) – I circa 26 operai e tutto il comparto dei dipendenti della Arescosmo S.p.A. di San Pietro Infine, nella mattinata di lunedì 5 febbraio hanno messo in atto una protesta davanti ai cancelli della struttura della fabbrica dove svolgono il loro lavoro da alcuni anni, per chiedere i propri diritti, annunciando uno sciopero di 8 ore nella mattinata di martedì 6 febbraio. (IL VIDEO DELLA PROTESTA)
“Facendo seguito a quanto emerso dall’incontro del 31/01/2018 avvenuto in stabilimento alla presenza della direzione aziendale e della RSU – si legge nella lettera a firma dei responsabili sindacali della FILCET-CGIL e FEMCA-CISL- affiancata dalle segreterie territoriali Femca Cisl e Filctem CGIL ed alla conseguente assemblea del 01/02/2018 con le maestranze, i lavoratori tutti non ritengono sufficienti le dichiarazioni aziendali, pertanto proclamano lo stato di agitazione finalizzato ad avere in breve informazioni dettagliate inerenti: esito del board meeting svolto a Londra in data 390/01/2018, sebbene i lavoratori riconoscono la confidenzialità dei documenti inerenti riunioni di questo tipo, lo scenario di grave indebitamento aziendale fa ritenere plausibile che gli stessi vengano messi a conoscenza dei contenuti discussi al fine di chiarire se attualmente esiste la possibilità concreta che il sito venga venduto; evasione degli ordini: l’attuale situazione di stallo con le banche sta generando oggettive preoccupazioni nei lavoratori sulla possibilità di portare a termine le commesse stabilite nei contratti; pagamenti stipendi: la situazione personale/familiare di ciascun dipendente è allo stato attuale fortemente provata dalla grave crisi economica in cui versano, pertanto chiedono chiarimenti inerenti l’erogazione delle mensilità di dicembre 2017 e gennaio 2018; versamenti delle quote inerenti Previmoda non pagate negli ultimi 16 mesi; Piano di rientro dei contributi con l’INPS”.
Lo stesso rappresentante sindacale della UILTEC, Luigi Riccio, sta seguendo personalmente l’intera vicenda affiancando i lavoratori stando in prima linea, con la speranza che al più presto si possa risolvere questo problema.

Il video della protesta degli operai Arescosmo

 

 

Guarda anche

Roccamonfina – Va al bar per un caffè ma si fa soffiare la borsa: indagano i carabinieri

Roccamonfina – Un gruppo di tre giovani (due uomini e una donna), stranieri cioè non …