Ultim'ora

Vairano Patenora – Accusò ingiustamente il sindaco, sotto processo moglie leader opposizione

Vairano Patenora – E’ saltata la prima udienza del processo a carico di una donna di Vairano Patenora, accusata di aver calunniato il sindaco Bartolomeo Cantelmo. Un difetto di notifica ha imposto al giudice di rinviare l’udienza di oggi al prossimo autunno. La donna, Rosa Orabona, moglie del leader di minoranza (Raffaele Moreno), nel maggio del 2016 aveva sporto una denuncia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere nella quale accusava il sindaco Bartolomeo Cantelmo di far gravare sulle casse del comune di Vairano Patenora le spese per l’illuminazione dei beni immobili nella disponibilità dello stesso primo cittadino.  In sostanza lo incolpava di peculato pur sapendolo innocente. Scattarono le indagini e la Procura decise di vederci chiaro anche attraverso una serie di perizie tecniche eseguite congiuntamente con i tecnici Enel. Quelle prove accertarono che l’energia elettrica impiegata per illuminare l’area della lottizzazione Limatelle non era affatto “rubata” al comune, bensì regolarmente pagata. Per questa ragione, lo stesso Pubblico Ministero, Battiloro, chiese  ed ottenne il processo a carico della querelante – Rosa Orabona – per le ingiuste accuse formulate contro Cantelmo. Il sindaco Cantelmo, individuato dal magistrato come parte offesa, è parte civile.

Guarda anche

VAIRANO PATENORA – Commozione per l’ultimo saluto alla professoressa Maria Falcone

VAIRANO PATENORA (di Nicolina Moretta) – La Professoressa Maria Falcone è stata una mente nobile …