Ultim'ora

CAPUA – Gassificatore, serve l’atto di proprietà del terreno

CAPUA (di RICCARDO NASTI) – Il comune di Capua deve fornire l’atto di proprietà con la relativa trascrizione alla Conservatoria per dimostrare di avere il titolo di proprietà del terreno dove è prevista la realizzazione del gassificatore. Lo chiede a gran voce, dopo la denuncia dell’on. Pina Picierno, il Circolo di Capua dell’Italia dei Valori. Denuncia secondo la quale, il bene, non è dell’ente bensì dell’Asl Napoli 1. L’Idv chiama in causa, oltre al sindaco, la Commissione Patrimonio del Comune che il 24 novembre 2011 riferì nell’aula del consiglio comunale il suo “parere favorevole alla vendita” alla Provincia del terreno in località Molinella, perché il bene era “alienabile” e quindi nulla-ostava alla sua cessione. “Dai documenti richiamati nella denuncia – afferma Nicola Scalera – sembrerebbe vero il contrario, con la titolarità della proprietà da parte dell’ASL Napoli-1. Aspettiamo ora i risultati delle verifiche in corso. Certo è che se fossero confermati i contenuti della denuncia i componenti della Commissione Patrimonio dovrebbero riferire con urgenza, di Capua, in base a quali documenti nel Novembre 2011 arrivarono alle loro conclusioni”. Al lavoro anche l’ufficio legale dell’Idv. “Una breve consultazione con il nostro legale – prosegue Scalera – ci riporta che “il possesso è una cosa e la proprietà è un’altra, sono due istituti giuridici differenti La proprietà può essere venduta solo dal proprietario e non dal possessore. Ma è anche vero che la proprietà non può essere promessa in vendita da chi non è proprietario. In pratica è fuorilegge chi promette di vendere ciò di cui non è proprietario.

Guarda anche

TORNA CASA DOPO IL SERVIZIO: COMANDANTE MUNICIPALE STRONCATO DA IMPROVVISO MALORE

Casagiove – E’ stato fulminato da un improvviso malore appena tornato a casa dopo una …