Ultim'ora

Roccamonfina – Il Vulcano…. e tutto quello che la città non ha

Roccamonfina – Il Vulcano di Roccamonfina ha creato, praticamente, tutta l’area circostante. Grazie alla sua attività millenaria ha permesso la formazione delle “Ciampate del Diavolo” (importantissimo sito paleontologico nel comune di Tora e Piccilli”; del lago di Corree (nel comune di Marzano Appio); delle terme di Suio (nel comune di Castelforte); la formazione dell’acqua frizzante (stabilimento nel comune di Riardo); attraverso le sue eruzioni ha costruito tutta l’area fino al mare. Attraverso le sue eruzioni ha permesso la creazione delle sacche di anidride carbonica che rendono l’acqua (in alcuni casi) effervescente. Attraverso le sue eruzioni ha caricato il terreno di arsenico di cui molte acqua si impregnano diventando poi imbevibili.
Quindi tutte queste cose sono di Roccamonfina? La realtà dei fatti dice che le “Ciampate del diavolo” sono a Tora e Piccilli, il lago di Corree si trova a Marzano Appio;  il litorale è fra Sessa Aurunca e Cellole;  l’acqua Ferrarelle nasce a Riardo; le terme di Suio si trovano a Castelforte. A Roccamonfina (intesa come città) quindi cosa resta? Solo le “genialate” e alcuni irriducibili tifosi?

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Vairano Patenora / Cassino – Circolazione ferroviaria, riattivata la linea Vairano-Cassino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.