Ultim'ora

TEANO – FIGLIA TOSSICODIPENDENTE, L’APPELLO DISPERATO DELLA MADRE ALLE ISTITUZIONI

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

TEANO ( di Antonio Migliozzi  ) – Mentre in Parlamento si discute sulle alleanze e sulla riforma della Legge Elettorale, i cittadini continuano a vivere i loro problemi a seguito della burocrazie ed in maniera particolare con il mal funzionamento della cosa pubblica. In questi giorni una mamma di Teano, la signora S.B. sta combattendo una delle sue ultime disperate battaglie contro le istituzione in riguardo al problema che vede coinvolta la figlia M.M. tossicodipendente. “Sono anni che vivo questo dramma in famiglia – ho dichiarato S.B. – mentre dalle istituzioni non ha ancora mai ricevuto alcuna risposta alle mie esigenze”. Nel mese di settembre dello scorso anno la 34enne M.A.M., ha vissuto il suo ennesimo problema giudiziario con degli arresti domiciliari, e ad aggravare ulteriormente il tutto vi sarebbe l’esistenza di una figlia minorenne di appena 13 anni. “Non so più a chi rivolgermi, in quanto sono stata costretta a denunciare mia figlia diverse volte ma senza avere alcun tipo di risultato. Continuamente telefono presso gli uffici comunali delle Politiche Sociali ai vari Assistenti Sociali del Comune ma il telefono squilla a vuoto. Mia figlia vive da sola, ma lei a Teano non c’è quasi mai in quanto frequenta Castel Volturno e spesso non fa ritorno neanche la notte. Ma sua figlia, mia nipote di appena 13 anni, con chi sta durante la giornata? In casa c’è l’inferno, essendo stata derubata dalla stessa mia figlia già diverse volte. Oggetti di valori e financo le tende di casa. Tutto ha portato via” La signora R.B. è separata dal papà di M.A.M. da diversi anni, ed attualmente vive con l’attuale marito A.G. con il quale ha una figlia di 18 anni. “La mia seconda figlia è stata costretta ad andare a vivere in casa con il fidanzato, mentre le istituzioni non stanno muovendo un dito. Qualche mese fa mio marito si è rivolto alla Segretaria del Comune di Teano, la quale avrebbe incaricato un’altra Assistente Sociale che lavora per il comune, scavalcando la responsabile del servizio, ma ad oggi non abbiamo ancora ricevuto alcun tipo di risposta. Abbiamo saputo che il Tribunale dei Minori di Napoli ha inviato al Comune di Teano alcune lettere in riguardo mia nipote, ma sembra che negli uffici del Comune non si trovi nessun documento. Silenzio assoluto. Ci sentiamo abbandonati da tutti. Il Sindaco non ci riceve, gli assistenti sociali non rispondono ai nostri appelli, le nostre denunce presso le forze di polizie non ci forniscono risposte. Sembra di stare a vivere un vero e proprio incubo”. Sembra che la giovane M.A.M. continui a vivere una vita del tutto sregolata, continuando ad assumere ed a spacciare droga, oltre a prostituirsi. Ed in tutto questo vi è una minorenne che sta crescendo completamente senza guida, trascorrendo buona parte delle giornate con amici di famiglia della madre senza che, ascoltando le parole della nonna, nessuna muova un dito. “Noi pretendiamo delle risposte. Anche se si tratta di risposte non positive ma noi pretendiamo delle risposte. Siamo stati completamente abbandonati da tutti”. Ascoltando la storia di questa famiglia comprensibilmente disperata, si stenta a credere quanto stia avvenendo, anche perché ad alcune domande che la signora S.B. si ha l’obbligo non solo morale ma anche legale di fornire delle risposte. “Chi controlla cosa fa mia figlia? Chi segue come e dove vive mia nipote? Dove si trova tutta la refurtiva portata via da mia figlia dalla mia abitazione? Dove si trovano tutti quei documenti inviati dal Tribunale di Napoli al Comune di Teano?”. Le domande non terminano qui, ma di risposte, ad oggi, ancora non ce n’è stata alcuna.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

PIGNATARO MAGGIORE / CAMIGLIANO – Schianto sull’Appia, è morta Miriam. Due comunità sotto choc

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pignataro Maggiore / Camigliano – E’ morta, questa sera, la 30enne di Camigliano rimasta coinvolta, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.