Ultim'ora

CASERTA – RICETTAZIONE E TRUFFA, 46ENNE DENUNCIATO DALLA POLIZIA DI STATO

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

CASERTA – La Polizia di stato di Caserta ha denunciato in stato di libertà M.M. per i reati di ricettazione e truffa. Gli agenti della Squadra Volante della Questura di Caserta sono intervenuti presso l’Ufficio Postale di Via Ferrarecce ove era segnalata la presenza di una persona sospetta intenta ad incassare un assegno postale di illecita provenienza. Gli agenti, giunti prontamente, bloccavano detta persona che veniva identificata per M.M., cittadino residente nel beneventano, classe ’71, già noto per numerosi precedenti di polizia. Da accertamenti esperiti, l’uomo tramite artifizi e raggiri aveva aperto, nei giorni immediatamente precedenti, un conto corrente postale onde precostituirsi gli elementi per poter porre in essere azioni illecite e truffaldine. Il malfattore, colto in flagranza, non dava contezza della propria azione; successivi accertamenti facevano emergere l’illecito possesso di tale “titolo” che risultava essere stato alterato. La persona veniva denunciata in stato di libertà per i reati di ricettazione e truffa mentre l’assegno alterato veniva sottoposto a sequestro, evitando così l’illecito incasso della considerevole somma di 50.000 euro. Nei confronti di M.M. veniva inoltre dato avvio alle procedure per il rimpatrio con foglio di via dal comune di Caserta.

Guarda anche

“IL BOTTO” – Scoperta e sequestrata fabbrica clandestina di fuochi d’artificio: tre arrestati

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Scoperta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, in una zona rurale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.