Ultim'ora

Piedimonte Matese – “Progettazione, valutazione e certificazione delle competenze”, l’orgoglio del Falcone

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

PIEDIMONTE MATESE – L’Istituto Comprensivo “Giovanni Falcone” di Piedimonte Matese (CE) ha partecipato nella giornata dell’11 maggio all’incontro su “Progettazione, valutazione e certificazione delle competenze”, organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale della Campania e tenuto presso la sala Newton di Città della Scienza, Napoli. Nell’ambito dell’adozione del nuovo modello sperimentale di certificazione delle competenze nel primo ciclo d’istruzione, l’Istituto “Falcone” è stato scelto come una delle due scuole campane a presentare il proprio progetto di formazione-ricerca. Si è trattato di un momento di riflessione e confronto sulle pratiche progettuali, didattiche e valutative coerenti con un’impostazione pedagogica che privilegia la didattica per competenze. La Scuola ha illustrato uno dei lavori realizzati nell’ambito di un processo di miglioramento che è partito il 1° settembre 2015 e che è coinciso con l’arrivo del Dirigente Scolastico, Prof.ssa Antonietta Pellegrino. E’ stata infatti presentata un’Unità di Apprendimento che prevedeva un compito di realtà e l’applicazione di metodologie didattiche innovative. E’ stata sviluppata una linea progettuale che mira al successo formativo degli alunni grazie all’innovativa didattica per competenze che punta sulla centralità del soggetto in apprendimento, su una didattica esperienziale e laboratoriale. Per attuare una tale prospettiva è stato necessario che la scuola accogliesse le nuove sfide per l’insegnamento, ovvero quella di una visione dinamica, olistica del sapere, inteso come risorsa da mobilitare, di un sapere che va oltre la chiusura disciplinare, puntando, in una prospettiva di competenze, a integrare i diversi saperi in rapporto ai contesti di realtà in cui sono utilizzati. Una Scuola che ha integrato il processo al prodotto dell’apprendimento attraverso la condivisione del progetto formativo con gli alunni, che ha visto lo studente responsabile della propria formazione, non passivo fruitore di contenuti, che ha posto attenzione al momento metacognitivo del processo e ha considerato il progetto educativo come un canovaccio da definire in corso d’opera. Quindi il sapere è stato contestualizzato, situato, attraverso l’agire con il compito di realtà, con situazioni reali da affrontare. Una scuola che valuta per competenze e che promuove, quindi, l’apertura a molte forme di valutazione – autovalutazione, tra pari, autentica, … –  in un contesto che pensa alla valutazione come risorsa formativa, una valutazione non solo dell’apprendimento ma per l’apprendimento.  L’evento si è concluso con un riconoscimento del lavoro svolto dalla Scuola non solo da parte dei dirigenti dell’USR Campania, ma anche dalla platea, composta da dirigenti scolastici e docenti provenienti da tutta la Regione. Essi hanno apprezzato sia la chiarezza e l’immediatezza della presentazione del lavoro svolto, sia l’esperienza diretta della didattica per competenze calata nella pratica quotidiana.

Guarda anche

Caserta – variante Omicron, quarantena per le classi della De Amicis frequentate dai figli del manager contagiato

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Caserta – Il dirigente scolastico  della scuola elementare “De Amicis”di Caserta mette in quarantena 4 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.