Ultim'ora

Sessa Aurunca – Città d’arte e cultura: monumenti aperti e mercatini, tutti i sabato da Maggio a Settembre

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – “Sabati… al Centro Storico, Amore per la città”, è questo lo slogan con cui l’Amministrazione Comunale apre le porte della città e del suo caratteristico centro storico a chiunque voglia visitare le bellezze di Sessa, trascorrendo dei fine settimana in totale relax. Dopo il grande successo riscosso in occasione della festa del Primo Maggio, durante la quale numerosi visitatori hanno potuto ammirare le bellezze monumentali e paesaggistiche della cittadina aurunca, l’evento si ripeterà ogni sabato, dal 13 Maggio fino a Settembre. Il centro storico sarà chiuso al traffico e diventerà isola pedonale per concedere l’opportunità di vivere e godere al meglio la città. I più grandi potranno passeggiare tra mercatini dell’artigianato e negozi aperti mentre i più piccoli avranno la possibilità di trascorrere una giornata di divertimento con giostre e spettacoli di animazione messi a loro disposizione. Per tutti gli amanti dell’arte, ogni sabato sarà inoltre possibile visitare i tanti monumenti aperti, a partire dal Museo Civico, il Castello Ducale e il Teatro Romano, alle numerosissime chiese e complessi monumentali, per una full immersion nella storia, nell’archeologia e nella cultura aurunca totalmente a costo zero.

Guarda anche

Napoli – Festività natalizie, itinerario nel centro storico

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Napoli (di Leopoldo Cerullo) – In occasione dell’approssimarsi delle festività natalizie, domenica 5 dicembre l’Associazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.