Ultim'ora

Sessa Aurunca – Quattro giornate al termine, restano da emettere diversi verdetti

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Sessa Aurunca (di Genesio Tortolano)  – In queste ultime quattro giornate di campionato resta vivo l’interesse sia in ottica promozione diretta in serie D che in chiave play – off per garantirsi il piazzamento migliore nella griglia di partenza. Per quanto concerne il discorso riguardante la vetta al comando troviamo la squadra bianco – azzurra del Portici del tecnico Pasquale Borrelli con 64 punti che rallenta la propria corsa e vede assottigliarsi il vantaggio da quattro a due punti dopo il pareggio esterno per 1 – 1 allo Iorio contro il Casalnuovo di mister Carlo Sancez, fresco di ritorno sulla panchina del club granata. Ad approfittare del mezzo passo falso della capolista sono state l’Afragolese sodalizio rossoblù allenato da Pasquale Suppa che ha violato il Calise di Forio D’Ischia, l’undici bianco – verde di mister Francesco Impagliazzo ha dovuto soccombere con il risultato di 1 – 2 e il sopra citato Savoia del trainer Michele Cimmino che si è imposto tra le mura amiche del Giraud con un sonante 5 – 1 ai danni del Real Albanova. Per le dirette inseguitrici i punti all’attivo sono 62. Per quanto concerne la zona play – off vede il team granata del San Giorgio allenato da Savio Sarnataro con 56, questa compagine nell’ultimo turno ha sconfitto con un tennistico 6 – 1 sul terreno amico del “ Paudice “ la squadra giallorossa dell’Hermes Casagiove. Non inganni questo punteggio visto che i locali prima di dilagare hanno incontrato non poche difficoltà per sbarazzarsi dei giovani avversari. Un gradino più sotto troviamo l’Isola di Procida con 54 punti i ragazzi di mister bruno Mandragora arrivano dal successo esterno sul campo della Mariglianese filmato dalla rete di Sperandeo che è valso il 14° risultato utile consecutivo. Questi due risultati rivestono una notevole importanza poiché consentono di mantenere le giuste distanze dalle due seconde, l’obiettivo è quello di continuare fino all’ultima giornata. Molto più staccato il Casalnuovo a quota 46 punti, i play – off lontani ed un finale di campionato da continuare ad onorare fino all’ultima gara. In posizione intermedia di classifica e precisamente al settimo posto troviamo il Real Forio con 34 punti. Gli isolani sono riusciti a conservare questa posizione nonostante la già citata sconfitta contro la quotata Afragolese. Guadagna un solo punto alle sue spalle la Sessana che fallisce l’operazione sorpasso poiché si fa bloccare sullo 0 – 0 casalingo dalla Virtus Volla nel match disputato all“Adelio D’Arcangelo “ di San Castrese e bissa così il risultato dell’andata. Gli uomini di mister Ivan De michele non riescono a capitalizzare il fattore campo. Il mondragone conquista tre punti fondamentali in chiave salvezza violando il “San Michele “di Pimonte con risultato di due reti a zero. Le reti dei granata portano le firme di Scarparo e Matacena. Ad accorciare le distanze per i padroni di casa ridotti in nove uomini è stato Guadagnuolo. Questo successo consente al team domitiano di operare un duplice sorpasso nei riguardi della Mariglianese sconfitta in casa contro l’Isola di Procida e sulla compagine della Real Albanova caduta fragorosamente al Giraud di Torre Annunziata. La situazione in zona salvezza vede il Barano virtualmente al riparo da brutte sorprese grazie ai 14 punti di vantaggio sul Neapolis. Queste due compagini si sono divise la posta nel confronto diretto disputato al ”Complesso Kennedy Camaldoli” le reti del match sono state siglate da Scuotto e Sogliuzzo. Resta da decide la retrocessa tra Pimonte, 22 punti e Virtus Volla, 17 punti. Allo stato attuale i play – out si giocherebbero al “ San Michele “grazie ai cinque punti di vantaggio ma le soprese sono dietro l’angolo e le ultime giornate possono regalare nuove emozioni sotto il profilo dei risultati facendo crollare certezze consolidate e gerarchie. Oltre al Neapolis fortemente a rischio, saluta la categoria matematicamente l’Hermes Casagiove che con il ko per 6 – 1 a San Giorgio e retrocede in promozione dopo due salvezze consecutive. Il calcio casertano dunque perde una squadra in questa categoria che negli anni si è contraddistinta per la proverbiale correttezza, serietà, etica valori che fanno del club giallorosso un esempio nel panorama calcistico.

Guarda anche

Casertana – Calcio, la Casertana strapazza il Gravina: 5 a 1 per i Falchetti

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Casertana – Non c’è stata proprio partita fra i padroni di casa della Casertana e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.