Ultim'ora

Sessa Aurunca – Consiglio Comunale: Tariffe, nessun aumento e diminuzione della Tari

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – Numerosi i punti all’ordine del giorno discussi nel Consiglio Comunale appena terminato. Un Civico Consesso costruttivo e pacato nella fase iniziale, ma che, come ogni buon Consiglio che si rispetti, non ha fatto mancare momenti di forte discussione nella fase conclusiva. La pubblica assise si è aperta col saluto rivolto dalla fascia tricolore,  a Mauro Volante e Rainer Kussmaul, compianti cittadini sessani che hanno contribuito a scrivere la storia del nostro territorio; ai due illustri personaggi, l’Amministrazione Comunale, unitamente ai presenti in aula consiliare, ha dedicato un minuto di silenzio e di preghiera in loro memoria. Ad apertura lavori, il Consigliere Comunale, Domenico Bevellino,  ha fatto notare  la pessima abitudine di non rispettare le consuetudini e i regolamenti amministrativi, parlando nello specifico delle convocazioni delle Commissioni con l’elezione dei Presidenti e Vice Presidenti. Per tale motivo avrebbe voluto richiedere il rinvio di alcuni punti presenti all’ordine del giorno ma si è astenuto dal farlo. Al riguardo ha replicato il Consigliere, Basilio Vernile, precisando che le Commissioni sono state insediate e possono procedere con i lavori, anche se andrebbero rimodulate per il recente ingresso nella pubblica Assise di Mario Truglio e l’elezione di Massimo Schiavone alla carica di Presidente del Consiglio. Gli interventi iniziali si sono conclusi con una dichiarazione della Consigliera, Ida Zuccheroso, che ha annunciato la nomina del capogruppo PD nella persona di Ciro Marcigliano. Si è passati alla discussione del primo punto all’ordine del giorno che riguardava l’elezione del Vice Presidente del Consiglio. L’unico a suggerire una candidatura, è stato l’ex fascia tricolore, Luciano Di Meo, la cui scelta è ricaduta sulla sua compagna di viaggio di questa tornata elettorale, Martina Di Meo. Non essendoci state altre proposte, si è proceduto alla votazione che non ha fruttato alcuna nomina per insufficienza di consensi a favore. Ma la discussione del secondo punto, che prevedeva l’approvazione del piano finanziario relativo al servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2017 e relative tariffe,  ha riscaldato, e non poco,  gli animi degli addetti ai lavori. In una questione sollevata dai rappresentanti in Consiglio del Circolo Vassallo, Domenico Bevellino e Maria Teresa Sasso, sono stati riscontrati importanti problemi di corrispondenza tra le tariffe pervenute via mail ai Consiglieri, o per niente pervenute, e quelle elencate dall’Assessore alle Finanze, Tommaso Di Marco. Una discussione conclusasi con l’approvazione del punto stesso con 15 voti a favore e la sola astensione dell’ex Sindaco Tommasino. Medesima sorte, in termini di consensi, è toccata all’approvazione della manovra tariffaria anno 2017 imposta IUC componente Imu e Tasi aliquote anno 2017. A tal proposito è arrivata  una proposta di emendamento al regolamento IMU da parte di Vernile che ha ricordato la soppressione dell’obbligo di presentazione della dichiarazione ai fini dell’imposta comunale sugli immobili (ICI), di cui all’articolo 10 comma 4, del Decreto Legislativo 30 Dicembre 1992, n. 504, ovvero della comunicazione prevista dall’articolo 59, comma 1, del Decreto Legislativo 15 Dicembre 1997, n. 446. Non si è fatto attendere l’intervento del Consigliere di opposizione, Alberto Verrengia il quale, dopo aver accusato in un primo momento l’Amministrazione di un aumento delle tasse, consultando le tariffe ridotte, è ritornato sui suoi passi votando a favore  della manovra. Anche gli ultimi due punti, riguardanti l’approvazione di schema di adesione e del relativo disciplinare alla stazione unica appaltante istituita presso il Provveditorato interregionale per le opere pubbliche e per la Campania, il Molise, la Puglia e la Basilicata, e l’approvazione dell’aliquota dell’addizionale comunale Irpef per l’anno 2017, hanno avuto parere positivo con lo stesso numero di voti e la sola astensione ripetuta di Tommasino. Ma prima dello scioglimento di una seduta a tratti pacata, non è mancato il riferimento del Consigliere Domenico Bevellino, ai due consulenti esterni nominati per analizzare il rendiconto e il bilancio previsionale. E’ stata questa la scintilla che ha provocato l’acceso botta e risposta tra l’attuale Sindaco e il suo predecessore sui criteri usati per la scelta di tali collaboratori.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pietravairano – Municipio, sarà un autunno caldo: Littera e Bassi verso “l’indipendenza”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pietravarano – Il prossimo autunno potrebbe portare importanti novità nel panorama politico locale. Due consiglieri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.