Ultim'ora

CASERTA – DISSERVIZI POSTALI, CITTADINI SUL PIEDE DI GUERRA

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

CASERTA – Si sperava che le Poste Italiane, a seguito della nomina del nuovo Presidente, Matteo Del Fante, in sostituzione di Francesco Caio, avessero riportato il Servizio Corrispondenza se non proprio nella normalità, almeno verso quel miglioramento continuamente richiesto dagli utenti, afferma la Segreteria della Confederazione Cisas, interprete delle continue lamentele  dei cittadini. Invece, grossa delusione per tutti. La consegna della corrispondenza continua a tardare anche quando gli indirizzi sono ben precisi ed i portalettere sono gli stessi. Sicure sono solo le raccomandate, che vengono consegnate, ovviamente in ritardo. Ogni tanto, per fortuna, qualche lettera smarrita viene rinvenuta sulla strada da cittadini, che con cortese scrupolo provvedono a  recapitarla ai diretti interessati. Intanto, continuano le lamentele da parte dei sindaci o da cittadini i quali molto spesso sono costretti a pagare multe, sanzioni o penali perché le varie bollette di pagamento non vengono recapitate oppure solo dopo le previste scadenze, nota la Cisas. Tutto ciò avviene oltre che nei piccoli comuni od in località lontane anche nei grossi centri urbani, come la stessa città di Caserta, nonostante il costo del servizio aumentato e la quantità del materiale postale diminuito, causa e-mail, fax, sms e varie. Altro grosso disservizio è diventato il ritiro, tra l’altro saltuario, della corrispondenza dalle cassette postali, senza più utilizzare i borsoni postali chiusi, come una volta. Le lettere, ora, non vengono più prelevate con i suddetti borsoni ma prese a mano, per lo più da terra ove cadono una volta aperta la cassetta postale. Senza alcuna riservatezza gli addetti vengono visti prendere apertamente la corrispondenza e mischiarla liberamente, come è avvenuto in Caserta, Piazza Vanvitelli, ad opera di un addetto postale con auto di servizio. Stessa cosa, sempre a Caserta, Corso Trieste – Angolo via Vico, ore 15:30 con un addetto con automezzo senza contrassegno. La Segreteria della Cisas chiede ai dirigenti dei settori Poste interessati di voler personalmente controllare ed eliminare i disservizi, invece di inventarsi volta per volta le solite scuse, non più credibili.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

GIOIA SANNITICA / SAN POTITO SANNITICO – 10 e 11 luglio 2021 torna il “Rally del Matese”, tra i partecipanti anche i fratelli Massaro

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto GIOIA SANNITICA / SAN POTITO SANNITICO – Il conto alla rovescia è cominciato, il mondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.