Ultim'ora

PIETRAVAIRANO- Restaurata la “Pietà”, don Pierangelo:”Voglio far rivivere l’antica Passio Christi”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

PIETRAVAIRANO (di Nicolina Moretta) –  Concluso il restauro della “Pietà” di Pietravairano, composta dalla Madonna Addolorata e Cristo morto, che la devozione popolare comunemente chiama la “Pietà”, forse riferendosi alla più famosa Pietà di Michelangelo. Il Cristo morto ha una particolarità, oltre che stare nelle braccia della Madonna, grazie a un particolare ingranaggio di legno, le braccia del Cristo possono essere allargate e così il Cristo può essere fissato sulla croce, mentre la Madonna rimane ai suoi piedi. Le due statue sono di carta pesta e legno e risalgono alla fine del 700. Nella tradizione antica, il venerdì Santo venivano celebrate le tre ore di agonia di Gesù Cristo. Durante le quali il Cristo rimaneva sulla croce, poi veniva tolto e adagiato sulla lettiga per la processione. Alla fine della processione veniva riposto nelle braccia della Madre. Don Pierangelo Sorvillo, parroco di Pietraveirano, pensa di far rivivere questa tradizione originale e suggestiva e dichiara: “ Con questa tradizione del passato si voleva far rivivere ai cristiani le ultime ore di vita di Gesù Cristo, dalla crocefissione alla morte, alla deposizione del Figlio fra le braccia della Madre. E forse quest’anno, che le statue sono nel loro massimo splendore, sarà proprio l’occasione per riprendere questo antico rito”.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

RIARDO – “Un posto sicuro per giocare”, l’appello dei ragazzi al sindaco

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Riardo – Il paesino ai piedi del Monte Maggiore non sembra essere un centro a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.