Ultim'ora

RUVIANO / SESSA AURUNCA – Abusi sessuali, esponente di spicco del PD rischia nove anni di carcere. E’ molto vicino a De Luca

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Ruviano /Sessa Aurunca (di Tommasina Casale) – Chiesti nove anni di carcere per  Giovanni Cusano per abusi sessuali, è lo stesso Cusano che tre anni fa aveva fatto sparire mille euro di tessere PD dalle casse del circolo di Sessa Aurunca. L’accusa arriva dal pubblico ministero Carlo Fucci del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, che ha chiesto nove anni di galera per abusi sessuali ai danni di una sua dipendente. Una storia che sa dell’inverosimile. Secondo quanto descrivono le carte processuali, Cusano intesseva una relazione con la sua dipendente dell’Hotel City, ma quando questa decise di lasciarlo, Cusano iniziò a minacciarla al punto anche di chiuderla in una stanza e picchiarla. Minacciò poi di pubblicare alcune loro foto intime e di rivelare la loro relazione al marito della donna. Fu necessaria la denuncia che ha portato all’odierno processo. Cusano, quindi rischia nove anni di galera.
Dalle scorse elezioni regionali, non si sa come ci sia riuscito, è diventato l’uomo di fiducia del governatore Vincenzo De Luca. Un Governatore che ha fatto della legalità la sua battaglia politica fino al punto da salire sullo scranno più importante della regione, eppure sceglie come uomo di fiducia chi, da più parti definito, “Giovanni o mbruglione”. Cusano ha accompagnato in lungo ed in largo De Luca durante tutta la campagna elettorale di due anni fa e la sua prima tappa, quando arrivava a Caserta, era all’Hotel City, ex Serenella, che Cusano gestisce.
Sessa Aurunca conosce bene Cusanoo da quando alcuni iscritti del partito democratico gli consegnarono, nella sede di via Majelli, alcune tessere sottoscritte con mille euro in contanti. Era l’epoca di Dario Abbate segretario provinciale e Cusano era il responsabile organizzativo del partito. Dopo qualche mese gli iscritti si resero conto che le tessere ed i soldi non erano mai stati consegnati a Roma. Seguì una denuncia ed il Pd provinciale è stato costretto, proprio  in questi giorni, a pagare al posto di Cusano. Ora dovrà essere il governatore De Luca a prendere le distanze e magari ammettere che sul suo uomo di fiducia a Caserta ha preso un grosso abbaglio.

 

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Sessa Aurunca – Tragedia a Piedimonte, liberata la salma di Antonio

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sessa Aurunca – L’autorità giudiziaria ha liberato la salma dell’uomo che oggi pomeriggio si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.