Ultim'ora

Sessa Aurunca – Pazienti con disagi psichici trasferiti, ecco la verità

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – Pazienti psichiatrici spostati da una struttura all’altra, la dottoressa Bonacci chiarisce. La psicologa Tamara Bonacci, in forza presso le case alloggio per disagiati psichici di Sessa Aurunca e Baia Latina, ha voluto fare delle precisazioni su alcune notizie apparse sugli organi di stampa. Notizie che parlano di spostamenti di alcuni pazienti, effettuati senza autorizzazione da parte dei familiari. Cosa, come evidenzia la psicologa, non esatta. “Qualcuno ha affermato che tali pazienti siano stati spostati come pacchi postali dalla sede di Sessa a quella di Baia e Latina – ha dichiarato la dottoressa – e, premesso che le due strutture sono gestite dalla stessa proprietà, quindi, senza nessun secondo fine, voglio chiarire che i familiari non solo erano stati avvisati ma erano anche felici di tale trasferimento, visto che, i loro congiunti si avvicinavano ai luoghi di origine”. Ma veniamo ai fatti. I pazienti giunsero nella casa alloggio di Sessa Aurunca il 30 novembre 2015 dalla SIR di Marzanello, per poter destinare quest’ultima struttura alla ricezione di ricoverati in regime di OPG. La casa alloggio sessana, fu scelta come destinazione ideale, perchè dichiarata idonea dai funzionari dell’ASL che si occuparono di effettuare il sopralluogo. Alcuni di questi pazienti sono stati trasferiti attualmente presso Baia e Latina, previo permesso dei familiari. A rafforzare questa tesi è anche il sindaco di Roccaromana, Anna De Simone, in qualità di Amministratore di Sostegno di due di essi: “Sono stata avvisata dello spostamento di due pazienti presso la struttura di Baia e Latina, in quanto, quest’ultima, è gestita a livello amministrativo dalla stessa casa alloggio di Sessa Aurunca e, i familiari erano al corrente del suddetto trasferimento”. Sono inoltre inesatte anche le notizie riguardanti le telefonate effettuate dalla dottoressa Bonacci sabato mattina, poiché, la stessa dichiara di non essere in servizio di sabato. I gestori delle strutture chiosano facendo una velata accusa: “non credo che a dare queste notizie siano stati i familiari dei pazienti che, conoscendoli, si dicono soddisfatti dei nostri servizi. Abbiamo l’impressione che a fare queste dichiarazioni siano concorrenti”.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

RIARDO – “Un posto sicuro per giocare”, l’appello dei ragazzi al sindaco

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Riardo – Il paesino ai piedi del Monte Maggiore non sembra essere un centro a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.