Ultim'ora

CASERTA – MALATI MENTALI TRATTATI COME PACCHI POSTALI, CON L’AVALLO DELL’ASL

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

CASERTA  –  “Sabato scorso sono stato raggiunto da una telefonata di un dottoressa che ha detto di chiamarsi Bonacci Tamara che mi preannunciava il trasferimento del mio congiunto dalla Casa Famiglia di Sessa Aurunca.”.
Con queste semplici  parole, giunge la notizia in redazione, dall’altro capo del telefono uno dei familiari  dei pazienti psichiatrici prelevati dalla Sir di Marzanello che furono (de)portati in una casa famiglia di Sessa Aurunca.  La notizia fece scalpore sia per le modalità (vennero caricati in due furgoni come pacchi) sia per la scelta della struttura che scatenò immediate proteste da parte di tutte le altre strutture del territorio che erano interessate ad ospitare i pazienti, anche perché l’interesse non era di poco conto. Ogni paziente infatti rappresentava e rappresenta un valore economico molto interessante (dai 20.000 ai 30.000 euro annui).  Le parole giunte in redazione sono piene di amarezza soprattutto per il  modo di agire, che rimane lontano da ogni logica di umana comprensione. I pazienti che vennero trasferiti dalla SIR di Marzanello in una comunità alloggio di Sessa Aurunca, sono stati costretti a rivivere l’amara e triste esperienza. Sono stati costretti a subire un nuovo trasferimento in senso inverso e ancora una volta come pacchi postali, sono stati  prelevati e portati a  Baia Latina  in un’altra casa famiglia della stessa società. Persone affette da una malattia mentale sballottate come oggetti, si fa appello alle istituzioni preposte  per la tutela prevista in queste circostanze.  Lo scorso anno, il trasferimento si rese necessario per liberare i posti nella Sir di Marzanello per ospitare  momentaneamente i pazienti destinati alla Rems di Calvi Risorta ora è in piena attività nonostante  i posti della Sir di Marzanello sono ancora occupati da questi pazienti con l’avallo della unità operativa di salute mentale diretta dallo psichiatra Nicola Bonacci. Che strana coincidenza.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Teano – Versano, acquedotto colabrodo. Da 6 giorni nessuno interviene

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teano – Da circa una settimana una perdita nella condotta della rete idrica comunale riversa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.