Ultim'ora

Sessa Aurunca – Ianniello e le ragioni della crisi, duro contro Sasso e l’appello finale: decidi se vuoi essere il capo di una squadra

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – Si è appena conclusa la Conferenza Stampa voluta dai rappresentanti del Circolo A. Vassallo di Sessa Aurunca, sulle motivazioni della crisi politico-amministrativa che sta interessando il comune e della mozione di sfiducia firmata nei confronti del Sindaco Silvio Sasso. Ma ciò che ha spinto il coordinatore del Circolo Vassallo, Filippo Ianniello, a fornire tali motivazioni, è stato anche il desiderio di dare una risposta ad un post comparso sul profilo Facebook di un giovane cittadino di Sessa Aurunca, Marcello Librace. “In tanti stiamo pensando di andare fuori Sessa, oramai tutti scappano da qui. Io personalmente non ho più quella voglia di impegnarmi per la mia città. Forse l’ho data vinta a coloro che non vogliono vederci crescere qui. Sono sempre convinto che le nuove generazioni, possono semplicemente rompere gli schemi del vecchio modo di pensare sessano, anche se, tra pochi anni, di questo passo, Sessa sarà una bella città per anziani”, questa l’affermazione del giovane sessano. “La politica è cosa nobile e, nessuno di noi, tantomeno noi del Circolo Vassallo, abbiamo creduto nella politica del corridoio, degli incontri segreti, delle trattative ad oltranza”, questa la risposta del Coordinatore Filippo Ianniello. I principali punti discussi stasera, hanno riguardato le dimissioni presentate dal Primo Cittadino giorni fa e non ancora ritirate, un programma elettorale a cui tanti hanno contribuito ma non ancora attuato, l’adozione definitiva del Puc, la mancanza di partecipazione attiva da parte di alcuni consiglieri di maggioranza tagliati fuori dalle decisioni più importanti della vita amministrativa della città ed alcuni punti del Documento del Circolo, come la ricognizione delle irregolarità edilizie e l’uso di energie alternative mediante l’utilizzo dei fondi Europei, l’attivazione di un piano di emergenza comunale in accordo con la Protezione Civile, l’attivazione in Giunta di una delega alle Politiche Sociali Europee e alle Politiche Giovanili, per intercettare Fondi Comunitari, il potenziamento dell’Ufficio per l’accesso agli Atti Amministrativi, l’adozione in Consiglio Comunale del Codice Internazionale di Comportamento, l’inserimento del Comune di Sessa Aurunca nella rete Regionale e Nazionale del Forum della Gioventù, e un’attenzione particolare alla problematica della disoccupazione. “Noi pensiamo che lo sviluppo di Sessa Aurunca, città d’arte e di cultura, sia nel recupero del centro storico, nel recupero vero del Litorale Domitio, nella valorizzazione della zona collinare delle Toraglie, nella creazione di un turismo integrato che passi anche attraverso i borghi antichi. Caro Marcello, questo è ciò che interessa a noi, non le poltrone, non gli Assessorati, non usiamo la politica per carriere personali”, aggiunge il Coordinatore del Circolo Vassallo. Non sono mancati riferimenti alla bonifica della discarica La Selva, all’emergenza scuole, considerato il bilancio negativo dell’Ente Provincia di Caserta, alle problematiche vissute dai pendolari della zona in seguito alla soppressione di alcuni treni nella stazione ferroviaria Sessa Aurunca-Roccamonfina, alle vicende accadute ai dipendenti del Consorzio di Bonifica Aurunco e alla conquista ottenuta dal Circolo Vassallo stesso, riguardante lo spostamento del Liceo Musicale nelle aule del Complesso San Domenico e sulla destinazione della struttura al futuro Conservatorio. “Non siamo rinchiusi nelle stanze, come afferma qualcuno, siamo propensi ad un pubblico confronto, organizzato da chiunque, anche col Sindaco. Proprio a quest’ultimo dico di decidere se essere veramente il capo di una squadra, una persona in grado di valorizzare tutte le risorse, interne ed esterne alla coalizione, da un punto di vista sociale ed economico ma nel perimetro di chi ti ha voluto Sindaco, di chi ti ha eletto tale, di chi ti ha sostenuto in campagna elettorale e ancora oggi ti rivolge un appello accorato per dire: ripensaci, hai una grande responsabilità!”, conclude così il Coordinatore Filippo Ianniello rivolgendosi alla fascia tricolore.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Presenzano – Lavanda, Bove il pioniere: così voglio coniugare ambiente, turismo ed economia (il video con l’intervista)

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Presenzano – Nelle campagne di Presenzano c’è una zona, una vasta area, che rappresenta – …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.