Ultim'ora

VAIRANO PATENORA – Caso Caputo, Martone si oppone all’archiviazione: la parola al giudice

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

VAIRANO PATENORA – Il caso dell’assunzione, a tempo determinato del vigili urbano Diego Caputo, potrebbe trascinare il sindaco Bartolomeo Cantelmo e la sua giunta in un processo. Tutto parte da una precisa denuncia sottoscritta dal consigliere Lino Martone che ha spinto la Procura della Repubblica a indagare Cantelmo e la sua giunta municipale per aver favorito l’ex vigile urbano.   Il Sindaco Cantelmo e tutta la Giunta del Comune di Vairano Patenora si sono difesi lo scorso 22 febbraio davanti ai Giudici della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per le ipotesi di reato di abuso ed omissione di atti d’Ufficio per aver favorito l’assunzione a tempo determinato di Diego Caputo quale Vigile Urbano del Comune. Si è trattato di una udienza camerale resasi necessaria dopo l’opposizione all’archiviazione presentata da Lino Martone. Il tutto nasce a seguito di una querela presentata dal Consigliere di minoranza Lino Martone per la quale il P.M. Dott. Di Vico aveva proposto l’archiviazione poi opposta dallo stesso querelante. Fra pochi giorni ci sarà la decisione del giudice: archiviazione o processo.

Leggi anche:

VAIRANO PATENORA – Caso Caputo, Martone denuncia tutti: Cantelmo e la sua giunta rischiano il processo

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Caserta – Messa in sicurezza dei Boschi 1° Stralcio, approvato il nuovo progetto esecutivo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Caserta – Con decreto monocratico n. 156, nell’ambito del Piano forestale 2021, la Provincia di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.