Ultim'ora

Sessa Aurunca – Protocollata la Mozione di Sfiducia a Sasso: tra dieci giorni approderà in aula

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – La crisi di maggioranza si acuisce sempre di più. Stamattina è stata protocollata presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente, una mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco di Sessa Aurunca, Silvio Sasso, recante la firma di sei Consiglieri Comunali. Ieri sera, infatti, durante una Civica Assise che ha visto assente il primo cittadino, la Giunta ed alcuni consiglieri che ormai sembrerebbero essere parte della sua maggioranza, cinque membri del Civico Consenso hanno annunciato la volontà di sfiduciare il Sindaco stesso. Il Presidente facente funzioni ora avrà a disposizione dai dieci ai trenta giorni per convocare un altro Consiglio ma sembra che, oggi stesso, Massimo Schiavone, indirà una Civica Assise tra dieci giorni, anticipando così eventuali trattative che potrebbero essere effettuate prima della data di validità delle dimissioni del primo cittadino. I sei Consiglieri che hanno firmato la mozione sono Massimo Schiavone, Ida Zuccheroso, Domenico Bevellino, Maria Teresa Sasso, Basilio Vernile ed Emilio Pecunioso. Quest’ultimo, ha tenuto a precisare che si è aggiunto per motivi tecnici e non politici, essendo necessarie le firme dei due terzi dei componenti del parlamentino comunale. I cinque membri del Consiglio sono ricorsi a tale mezzo, in base all’articolo 52 comma 2 del TUEL e le motivazioni che li hanno spinti a prendere tale decisione sono contenute nel documento protocollato stamattina. “Considerato l’evidente immobilismo amministrativo nei confronti di una città che necessita di urgenti e coraggiose opere di rinnovamento e sviluppo, attuabili solo da amministratori credibili e motivati; il mancato rispetto degli impegni assunti con il corpo elettorale; la conflittualità tra organi collegiali del comune; il sostanziale tradimento delle promesse elettorali basate su buongoverno del Comune di Sessa Aurunca e sul reiterato impegno al cambiamento ed alla discontinuità rispetto alle precedenti amministrazioni; la mancata attuazione di punti nodali del programma quali la definitiva approvazione ed attuazione del P.U.C. nonchè l’assenza di una visione strategica relativa alle principali emergenze sociali ed economiche del territorio (commercio, viabilità, scuole, lavoro); lo stile monocratico e non esente da momenti di arroganza politica che ha contrassegnato l’azione sindacale creando dissapori e divisioni all’interno di una maggioranza che si era presentata unita e coesa all’elettorato e che si proponeva come unico scopo la realizzazione del bene comune; il blocco totale  dell’attività delle commissioni consiliari mai messe in condizione di operare; la paralisi degli uffici comunali dovuta anche a scelte organizzative spesso non condivise e poco funzionali”, queste le motivazioni poste alla base della mozione.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Caserta / Santa Maria Capua Vetere / Capua – Gestivano piazza di spaccio, blitz della Polizia: arresti e denunce

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Caserta / Santa Maria Capua Vetere / Capua –  Nella giornata odierna, personale della Polizia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.