Ultim'ora

SPARANISE – Comune e finanziamenti persi, Merola: ‘A pazziella ’n man’ ‘e criature”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sparanise –  All’atto dell’insediamento l’attuale sindaco sbandierò ai quattro venti che avrebbe utilizzato per la formazione della giunta figure professionali di alto profilo onde tra l’altro portare finanziamenti al comune. Sappiamo tutti come è andata per molti versi, oggi cade anche l’ultimo velo pietoso e pudico sulla pubblica incapacità ad amministrare. Eppure, chi è passato sopra a parentele ed amicizie, richiamando notti insonni pensando all’avvenire in questo paese della propria prole, la competente per titolo e per delega hanno fatto un clamoroso flop forse a loro volta utilizzando intelligenze non adeguate allo sviluppo della nostra Città. Né più né meno come capitato ad altri comuni come Casagiove, per alcuni esiti nella vicenda  più sfortunato del nostro. Il fatto: il 18\1\17 viene pubblicata la graduatoria e il decreto per i fondi di rotazione ovvero il BANDO PER LA PROGETTAZIONE – APPROVAZIONE GRADUATORIA E DEFINIZIONE SCHEMI DI CONVENZIONE. Cosa sono i fondi di rotazione: i comuni che non hanno la possibilità di progettare opere pubbliche per accedere ai finanziamenti europei hanno fatto domanda motivata alla regione che in base ad una graduatoria  ha stabilito chi in base alla richieste motivate e alla bontà delle stesse  avesse titolo, accettando determinate condizioni,  ad  avere in prestito queste somme e progettare opere cercando poi di avere i soldi della Cee,  che forse non tutti sanno che gli stessi  non gravano sulle tasse dei cittadini. Orbene i nostri eroi, a fronte di un finanziamento sbandierato per giostrine per bambini normodotati e non, si sono classificati: progetto per completamento area scambio intermodale, in cui eravamo capofila su idea e richiesta finanziata ma non completata del 2004, 833, per un progetto sulle fognature e altro sull’impianto idrico rispettivamente 1448 e 1449 su un totale di 1806 pratiche ammesse alla graduatoria. Praticamente quasi ultimi. Dimenticavo di dire che le pratiche che saranno finanziate sono solo 82 e che tra i primi 82 ci sono tante realtà più piccole della nostra. I soldi richiesti totalmente ammontano ad euro 494604. Oggi se il comune volesse partecipare alla gara, perché di gara trattasi, per i finanziamenti europei, basata sulle capacità e bontà delle idee e dei progetti dovrebbe spellare gli sparanisani per mezzo milione di euro o fare le opere a spese dei cittadini. In poche parole l’accesso ai finanziamenti por fino al 2020 passano anche e principalmente attraverso questo sistema. Quindi già fermi fino al 2020. Orbene passi che siano ragazzi, passi che debbano imparare, che propagandino come successo epocale il finanziamento di giostrine, passi tutto anche la censura in privato e sui social a chi li contesti, ma nascondere la verità sugli insuccessi, questi si epocali, non fa fare una bella figura, senza aggiungere altro, a chi dovrebbe al meglio rappresentarci in provincia e regione. Diremo per carità cristiana che sono reticenti. È purtroppo l’atteggiamento dei bambini che nascondono agli adulti quello che essi reputino essere un fatto di cui vergognarsi. Per carità serve il Carnevale, ben vengano le giostrine, le arance da raccogliere, Babbo Natale ma per il cambio di passo urge accedere ai finanziamenti por che scadono nel 2020. Sparanise ha bisogno di ben altro che di fantasie o iniziative che non siano strutturali. Forse a quei bambini, che hanno provocato notte insonni a qualche scrupoloso genitore, mosso più dall’arrivismo,   da adulti, uomini ma non ragazzi, verrà da dire che bene avrebbero fatto a continuare a dormire tra le braccia di Morfeo ove non avrebbero provocato danni. Tra l’altro chi tecnico dovrebbe spiegare  la clamorosa defiance forse aspetta che qualcuno bussi alla sua porta per chiarire. (cs)

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Il Rugby Clan riprende a giocare. Il presidente della FIR Regionale in visita sul campo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Santa Maria Capua Vetere – Rugby Clan, continuano le attività del Rugby Clan di Santa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.