Ultim'ora
Armando Giramma

SPARANISE – Gestione rifiuti, i revisori dei conti bocciano Giramma. Assente l’assessore “riciclato” dal “nuovo”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

SPARANISE – I revisori dei conti hanno evidenziato una serie di anomalie nella gestione dei rifiuti, “consumate” sotto la gestione Mariano Sorvillo. All’epoca l’assessore con le deleghe in materia era Armando Giramma. Lo stesso scelto dall’attuale amministrazione, quella targa Salvatore Martiello, a gestire il settore dei rifiuti. Sembra uno scherzo ma non lo è. Soprattutto se si considera il dettaglio che da mesi Martiello conduce una battaglia mediatica per smantellare tutto il “vecchio” che negli anni passati avrebbe “ucciso” il paese. Nei fatti, però, affida il servizio allo stesso assessore che negli ultimi anni ha seguito il settore. Intanto per rendere tutto ancor più “curioso” l’assessore ha disertato il consiglio comunale nel quale è stata effettuata la presa d’atto del revisore di conti “contro” Giramma. Insomma: il consiglio prende atto che il revisore dei conti boccia l’assessore. Mica male!
Durissimo, sulla vicenda, l’intervento del consigliere di opposizione Antonio Merola: “Strana è la presa d’atto della nota della revisora dei conti la quale ha contestato un presunto  mancato introito dovuto al mancato incasso sulla differenziata in base alle disposizioni dell’Anci Conai. Invero la situazione fu segnalata da me e solo ora è approdata in aula, dopo tre mesi circa dalla trasmissione della stessa. Generalmente ad una presa d’atto segue una decisione doverosa che nella fattispecie è mancata. Chi è a conoscenza di atti tali da produrre danni o a fatti penalmente l’obbligo di trasmettere gli atti a chi di dovere così come la disposizione citata dalla stessa revisora. Ma chi avrebbe dovuto dare le spiegazioni, ovvero l’assessore Giramma, assessore alla munnezza sia con Sorvillo che con Martiello vero dominus della raccolta dell’immondizia  era assente, non giustificato. Chissà perché.  Si preferisce deviare e rendere sporca l’acqua,  a tal proposito il Martiello è stato  fortemente richiamato dal Merola che gli ha ricordato di non essere in campagna elettorale ma deve risolvere non chiacchierare, dicendo che nei primi sei mesi del 2016 è aumentata la raccolta dell’umido di cento tonnellate rispetto al primo semestre del 2015. Si noti bene 2016 quando in comune era amministrato dal commissario prefettizio e poi dal Martiello. L’umido ora viene pesato non presso una pesa pubblica bensì presso una ditta privata per la quale lavora il capogruppo di maggioranza sig. Monfreda Fabio. Forse, quando l’umido viene depositato in attesa del trasferimento  basterebbe coprirlo evitando che l’acqua piovana lo impregni”.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

TRAGEDIA SULLA VIA DEL MARE – Scontro sulla statale, giovane muore sul colpo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Una Stelvio è uscita fuori strada poco prima di mezzanotte, sulla statale Bifernina, nel territorio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

due × cinque =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.