1

PIEDIMONTE MATESE – Atrocità infinita, cane legato e seviziato: morto dopo lunga agonia

PIEDIMONTE MATESE (di Laura Sarni) – Un cane è stato  ucciso in un modo atroce. Ad agire, probabilmente, più persone, quasi sicuramente giovani. Pochi i dubbi su un’azione scellerata, ideata ed attuata per regalarsi un po’ di “divertimento”. La vittima prescelta è stato un cane di  grossa taglia, di quelli normalmente usati per fare la guardia al gregge. La sua unica colpa sembra essere stata quella di essersi fidato delle persone sbagliate. Il cadavere dell’animale, ancora appeso ad un grosso albero è stato trovato, ieri nel primo pomeriggio, da alcuni cercatori di funghi nei boschi del Matese, nel cuore del Parco del Matese. La scena ai loro occhi è stata davvero raccapricciante. Sul corpo dell’animale segni evidenti di tagli e ferite, probabilmente inverte con un coltello e qualche altra cosa appuntita. Anche le orecchie del cane erano state mozzate e lasciate per terra. Stessa cosa per la cosa. Con molta probabilità il cane è morto dissanguato. La corda alla quale la povera vittima era legata appariva nuovissima, quasi come se qualcuno l’avesse comprata per l’occasione.
La violenza sugli animali è un fenomeno ancora molto diffuso, non solo in Italia e non solo nel privato. Oltre ai maltrattamenti ed all’abbandono, specie nel periodo estivo, degli animali domestici, è di proporzioni ancora drammatiche il fenomeno degli animali utilizzati come cavie per esperimenti scientifici o per test sui cosmetici. Approfondimenti e novità sulle leggi a tutela degli animali e che inaspriscono le pene per chi compie atti di violenza nei confronti degli animali.

Foto di repertorio
Foto di repertorio