Ultim'ora

SPARANISE – La Guerra Addosso, Mesolella racconta la strage di Sparanise (il video)

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

SPARANISE ( di Antonio Migliozzi ) – Con una nuova edizione ripresa da quella pubblicata nel 2009, leggermente aggiornata, è stata presentata l’opera del prof. e Dirigente Scolastico Paolo Mesolella dal titolo “La Guerra Addosso. Il campo di Concentramento tedesco di Sparanise e gli eccidi nell’Agrocaleno”.  “La provincia di Caserta, ed in maniera particolare quella dell’Alto casertano e del pedemontano, è stata vittima di molti eccidi perpetrati dai nazisti sulla popolazione civile da parte dei nazisti nel corso del Secondo Conflitto Mondiale”, ha dichiarato Paolo Mesolella. “Nella Città di Sparanise si è avuto addirittura un Campo di Concentramento, laddove sono stati barbaramente ammazzati circa un centinaio di civili del posto. Era il 22 ottobre del 1943 quando la popolazione di Sparanise fu costretta a subire questo tremendo eccidio che è valsa la Medaglia d’Argento al Merito Civile per mano dell’allora Presidente della Repubblica Italiana Giovanni Leone. Purtroppo della testimonianza di quel Campo di Concentramento non vi è più traccia se non nei ricordi dei sopravvissuti, i quali per questa mia opera hanno dato un valido contributo per la ricostruzione dei fatti”.

L’intervista all’autore

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

MARZANO APPIO – Partita del Cuore, la risposta degli organizzatori e più grave dell’azione: Vogliamo ricordare solo gli amici

Tempo di lettura stimato: 2 minuti MARZANO APPIO (di Nicolina Moretta) – Il mio precedente articolo che aveva come tematica “La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.