Ultim'ora
Rosaria Ventullo

CELLOLE – ‘Trasborda’ il centro di riabilitazione, la sindacalista Ventullo invia una lettera aperta a De Luca: la nuova struttura non è idonea alle esigenze

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

CELLOLE (Matilde Crolla) – La rappresentante sindacale CISL-Funzione Pubblica di struttura e fisioterapista nel Centro di Riabilitazione ed FKT di Cellole, Rosaria Ventullo, sta preparando in queste ore una lettera aperta da inviare al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ed al direttore sanitario generale. Lo scopo della missiva sarà quello di informarli su quanto si sta registrando in questi giorni a Cellole, ed in particolare sul trasferimento del Centro di Riabilitazione nella struttura decentrata dove al momento si trova la Diabetologia. La notizia, infatti, pur non essendo ancora ufficiale lo sarà tra qualche giorno. Molto probabilmente sarà proprio il sindaco di Cellole, Angelo Barretta, a renderlo noto. E sulle dichiarazioni del sindaco rispetto alle motivazioni che hanno spinto i vertici istituzionali e sanitari a trasferire il Centro, la Ventullo risponde in questo modo: “Mi pare assurdo che i pazienti della riabilitazione debbano recarsi nella struttura dove al momento si trova la Diabetologia, visto che lì non vi sono stalli per portatori di handicap, che invece troviamo in via Leonardo. Inoltre, mi sento in obbligo anche di fare un inciso rispetto alle dichiarazioni del sindaco. Barretta- spiega la sindacalista Rosaria Ventullo- giustifica il trasbordo per una questione di spazio, sembrerebbe che circa seimila siano le utenze presso la Diabetologia e per tale servizio, dunque, la struttura sarebbe troppo piccola. Allora mi chiedo: perché dovrebbe essere grande per noi? Tra visite fisiatriche, ufficio vaccinale e riabilitazione abbiamo riscontrato più di cinquemila accessi all’anno. Dunque, anche in questo caso il numero delle utenze è alquanto elevato. Per non parlare poi dello spazio necessario per i nostri macchinari”. Nella lettera aperta Rosaria Ventullo ha intenzione di sottoporre ai vertici istituzionali regionali e sanitari la problematica dell’eventuale trasbordo. “Si è trattato di un mero escamotage per liberare il presidio e trasferirlo? Sono stati siglati degli accordi tra le autorità sanitarie e civili il 17 marzo 2016 ove le parti si impegnavano a cercare di rilevare un locale di oltre 250 mq come da normativa vigente, 377/98 (in materia di settore riabilitativo), per trasferirvi il centro FKT aziendale il cui onere locatorio sarebbe stato a carico del sindaco del Comune di Cellole ed i lavori di impiantistica e predisposizione degli ambienti per la fruibilità nel rispetto delle norme della privacy per l’ atto terapeutico somministrato a carico della  ASL. Inoltre con successivi incontri pare che si sia giunti a far stilare un provvedimento di trasferimento del centro diabetologico alla sede già assegnata alla UOAR-FKT aziendale. Una struttura che insiste sul territorio da ben 24 anni, dapprima ubicata a Sessa Aurunca e poi trasferita a Cellole nel 2002, e che invece di essere potenziata come da vetuste e continue richieste viene addirittura smembrata e destrutturata? I pazienti che necessitano di fruire di trattamenti riabilitativi si trovano stretti nella morsa del non praticarli perché quasi tutti i centri di riabilitazione accreditati hanno raggiunto il tetto massimo del budget loro assegnatogli per convenzione regionale stipulata: ed un centro di FKT aziendale, a gestione diretta Asl, così attrezzato ed in una posizione ottimale, logistica e strutturale, che ha sempre operato superando tutte le difficoltà relative al personale pur di garantire la qualità, l’efficacia e l’efficienza dell’ atto terapeutico, invece di essere potenziato per la sua implementazione a maggiore garanzia dei L.E.A. (livelli essenziali di assistenza) per le fasce deboli, per tutelare la salute dei cittadini, se ne paventa la delocalizzazione?”, si chiede Ventullo. E’ da sottolineare che il Governatore De Luca ha sancito volutamente un atto di indirizzo politico ed economico pochi giorni fa che auspicherebbe a che le ASL potenzino tutte le attuali strutture già esistenti sul territorio così da renderle concorrenziali con le strutture private per evitare inutili e gonfiati esborsi per prestazioni esterne. “Quindi il Centro di Fisioterapia di Cellole che è già un fiore all’ occhiello del D.S. 14 ASL Caserta deve essere potenziato e non chiuso o trasferito. Chiarisco inoltre che tutto quanto fin qui accaduto non è mai stato comunicato alle OO.SS”, conclude Ventullo.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

PIGNATARO MAGGIORE / CAMIGLIANO – Schianto sull’Appia, è morta Miriam. Due comunità sotto choc

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pignataro Maggiore / Camigliano – E’ morta, questa sera, la 30enne di Camigliano rimasta coinvolta, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.