Ultim'ora

CELLOLE – Si rompe l’idillio tra Barretta e Sarno, post al vetriolo dell’ex consigliere comunale

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

CELLOLE (Matilde Crolla) – ‘A volte ritornano’: non stiamo parlando della raccolta di racconti di Stephen King, ma delle dichiarazioni piene di suspense dell’ex consigliere Umberto Sarno. Il giovane politico cellolese, dopo essere stato seduto tra i banchi della minoranza nel mandato amministrativo di Aldo Izzo ed aver dato ‘filo da torcere’ ai suoi antagonisti in seno al civico consesso, si è ricandidato all’ultima competizione elettorale, senza essere riuscito ad aggiudicarsi un posto nel parlamentino cellolese. All’indomani dell’insediamento del sindaco, Angelo Barretta, per cause ancora a noi sconosciute, il ‘pupillo’ della fascia tricolore aveva annunciato una conferenza stampa ‘choc’, nel corso della quale avrebbe portato alla luce e reso noti ‘ fatti e misfatti’. Di chi non si sa però. Al suo annuncio pieno di pathos dell’incontro con i cittadini, seguivano sui vari profili Facebook dei suoi amici e fedelissimi, accuse e provocazioni rivolte allo stesso sindaco Barretta. Poi ad un certo punto, sempre per cause a noi sconosciute, è tornato il sereno. Sfumava la conferenza stampa, prevista per il 4 luglio (??) e qualcuno, sempre sui vari profili Facebook, ritrattava quanto detto e chiedeva scusa al sindaco Barretta. C’era chi ipotizzava che i dissapori tra il sindaco Barretta ed il suo ex ‘pupillo’ erano stati appianati. Si vociferava che Sarno avrebbe fatto parte del ‘Gabinetto’ del sindaco, che di fatto non è stato mai costituito in maniera formale. Umberto Sarno è stato anche colui che ha consegnato la fascia tricolore ad Angelo Barretta in occasione del suo insediamento ufficiale nel parlamentino cittadino. Continua dunque tutta l’estate l’idillio tra Barretta e Sarno. Un’intesa che viene sancita con una gita ad Assisi, una delle città più care al sindaco Barretta per la sua profonda devozione nei confronti di San Francesco. Foto e selfie di due amici inseparabili. Ed ecco che ad un certo punto la ‘magia’ svanisce. Non si sa per quale ragione. Ritornano più di prima i post al vetriolo dell’ex consigliere Umberto Sarno. Non c’è un destinatario. “Cellole non può continuare a subire tutto questo…ed io lotterò per te!”. Oppure: “E’ ora di scendere di nuovo in campo…dopo una pausa di riflessione ed analisi elettorale, sento il dovere di parlare di nuovo con i miei concittadini, di ciò che è stato, di ciò che è e di cosa si può immaginare per il futuro…Cellole ne ha troppo bisogno”. Ed ancora: “Sul cadavere dei leoni festeggiano i cani credendo di aver vinto, ma i leoni rimangono i leoni ed i cani rimangono cani!”. Insomma, parole forti, di chi ha investito una vita a fare politica. Un amico illuso? O solo tanta rabbia?

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Piedimonte Matese – Comunali, Leuci a Grillo: ecco dove sbagli

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Piedimonte Matese – “Ho appena letto una nota perlomeno “singolare” dell’avv. Grillo, la quale conferma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.