1

VILLA DI BRIANO – Anziano rapinato dell’auto nel parcheggio del cimitero

VILLA DI BRIANO – Quella dell’11 ottobre sembrava una mattinata qualunque nel cimitero di Villa di Briano quando alle 8.30 due balordi su uno scooter hanno avvicinato un ottantenne del posto di ritorno dalla consueta visita ai propri cari. L’anziano era già in auto quando un uomo giovane, dall’accento marcatamente napoletano e coperto con occhiali e cappello, gli ha detto di scendere perché aveva smarrito qualcosa di non ben precisato prima di mettersi a bordo del veicolo. L’anziano mal capitato, in buona fede, non ha avuto manco il tempo di scendere per verificare che ha visto uno dei due fuggire con la sua auto a grande velocità. Negli ultimi mesi a Villa di Briano la sicurezza pubblica è diventata una vera utopia, auto rubate nel cortile della scuola elementare, razzie d’ogni genere e decine di furti in appartamento ogni settimana, balordi che si fingono addetti dell’Enel e subdolamente fanno firmare contratti con altri fornitori di energia elettrica (Sono truffatori non li aprite, l’Enel manda comunicazioni SOLO in bolletta).  Per non parlare di spaccio in pubblica via e contrabbando. La presenza delle forze dell’ordine è sempre meno costante, i paesi dell’agro aversano dopo le operazioni anti camorra che videro un massiccio dispiego di militari sono tornati abbandonati a sé stessi, vittime di predatori, assediati dalla delinquenza comune. Come sempre il consiglio è quello di prestare attenzione massima e di tenere d’occhio le persone anziane.